SLT | Sport Latina | Us Latina Calcio | Serie B | Top Volley | Latina Basket | Latina Calcio a 5 & more...

A+ A A-

Il Latina cerca la svolta a Benevento. Mancini: "Continuiamo per la nostra strada"

Uno scatto relativo alla gara d'andata (uslatinacalcio.it) Uno scatto relativo alla gara d'andata (uslatinacalcio.it)

Latina alla ricerca dell'impresa contro il Benevento, out Garcia Tena, Mariga e Bruscagin. Diretta tv su Sky Calcio 3 HD, radiocronaca live sui 98.3 MHz di Radio Latina.

Archiviata la cocente delusione dopo la sconfitta subita nel derby contro il Frosinone, il Latina è pronto a ripartire in trasferta contro il Benevento. Squadra matricola rivelazione del campionato, il Benevento occupa al momento la quarta posizione in classifica con 40 punti raccolti, in piena corsa per la promozione in Serie A. Il Latina è alla ricerca di importanti punti salvezza; la squadra di Vivarini, reduce da due sconfitte consecutive, non vince in campionato dal 21 gennaio quando al Francioni grazie ai gol di Brosco e Boakye, sconfisse la capolista Verona. Dirige il match il sig. Pezzuto di Lecce.

BUNKER BENEVENTO - Il Latina sfiderà al Vigorito una squadra che non subisce gol in casa da ben 344’. L’ultimo gol incassato risale al 5 dicembre scorso, quando Djuric del Cesena violò la porta del Benevento nel 2-1 finale. Un record invidiabile rafforzato da un’altra encomiabile statistica: i giallorossi non perdono in casa, nelle sole gare di campionato, da oltre due anni!

PRECEDENTI, BENEVENTO AVANTI - Latina e Benevento, tra Serie C, Coppa Italia e Serie B, si sono incontrate in 22 occasioni. Stregoni avanti nelle vittorie, ben 10. I nerazzurri l’hanno spuntata solo 5 volte, 7 invece i pareggi.

VIVARINI: “DERBY ALLE SPALLE, BISOGNA FARE PUNTI” - Intervenuto nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico del Latina Vincenzo Vivarini analizza la sfida di Benevento: “Incontriamo una squadra che sta facendo molto bene sotto l’aspetto del gioco e dell’organizzazione tattica - riporta il sito ufficiale del Latina - inoltre ha delle individualità che in questo campionato si stanno mettendo in grande evidenza, soprattutto Falco e Ciciretti. Dovremo fare grande attenzione e cercare in tutti i modi di limitare questi calciatori. Hanno un gioco molto ben definito con ripartenze brucianti, quindi c’è bisogno di grande attenzione e spirito di squadra. Dovremo essere bravi a giocare di squadra, se riusciamo in questo avremo delle buonissime chance perché anche noi stiamo crescendo soprattutto nel reparto avanzato. È un qualcosa che cerchiamo da tempo, in settimana ho visto delle belle cose e spero di vederle anche in campo sabato”. Il tecnico nerazzurro, viste le defezioni nel reparto difensivo, valuta cambiamenti: “Abbiamo un cambio forzato determinato dalla squalifica di Garcia Tena. Abbiamo avuto dei problemi da valutare, bisogna vedere Mariga come sta col ginocchio e Bruscagin come supererà stato febbrile accusato stanotte. La squadra sta molto bene a livello fisico, a livello mentale si poteva star meglio, ma non mi posso lamentare perché soprattutto chi è entrato col Frosinone ha fatto veramente vedere di essere all’altezza della situazione. Se ci sono da fare dei cambi li faccio con la massima tranquillità, anche chi non è entrato sabato scorso mi ha fatto vedere buone cose. Ad esempio Rolando sta abbastanza bene come gamba, Rocca sta benissimo e di soluzioni ne abbiamo”. Vivarini conclude l’incontro con i giornalisti parlando della sconfitta subita nel derby: “Anche io sono molto dispiaciuto per questa partita, potevamo benissimo pareggiarla con un pizzico di fortuna in più. Devi metterlo alle spalle, la squadra ha perso un po’ di entusiasmo ma sappiamo che questo è un campionato in cui bisogna lottare partita per partita. Adesso c’è bisogno di fare punti - conclude Vivarini - durante la settimana non si è detto altro di essere più bravi di quanto lo siamo stati sabato scorso”.

MANCINI: “CONTINUIAMO PER LA NOSTRA STRADA” - Non solo Vivarini, in sala stampa era presente anche il nuovo Presidente Benedetto Mancini, succeduto al dimissionario Angelo Ferullo. Vi riproponiamo l’intervento integrale del neo Presidente nerazzurro: “C’era la necessità di trovare una più facile linea decisionale per i prossimi eventi che accadranno e gli impegni societari – ha dichiarato Mancini – I nostri legali hanno ritenuto più opportuno trasformare il Consiglio di Amministrazione in amministratore unico, per evitare buchi e vuoti decisionali in momenti che potrebbero contemplare una decisione immediata. In quel momento abbiamo fatto le dimissioni di tutto il CdA, ovvero io, il presidente Ferullo e Regina Wainstein. In assemblea si è votato all’unanimità che il nuovo presidente fossi io, mi hanno chiesto loro di farlo e ho accettato. La decisione è stata presa in 10 secondi, c’è da lavorare e andare avanti su quanto detto finora. La strada è importante, ci difendiamo su una cosa che non ci riguarda e riguarda la vecchia gestione. Porteremo nelle dovute sede i numeri del Latina e quanto di buono fatto. Grazie a tutta la struttura tecnica organizzativa, da Lucchesi a Facci a Francavilla, tutti hanno partecipato a questo mese. Io l’ho vissuto insieme a Ferullo negli incontri a Milano e posso garantirvi che convincere l’ambiente calcio che il Latina stava cambiando pagina non è stato semplice. In ogni incontro fatto non è mai stato accennato minimamente alla vecchia gestione, non ci interessa quello che ha fatto. I bilanci sono pubblici e sono aggravati dall’istanza, ma la strada è la stessa e stiamo percorrendola con tanta volontà e credendoci, altrimenti l’avremmo interrotta prima perché avevamo tutte le possibilità nel momento dell’istanza fallimentare, ma non l’abbiamo fatto. Crediamo in quello che stiamo facendo e continueremo a farlo per tutelare questo patrimonio. Sta a noi, demandati in questo momento a farlo, riuscirci. Non abbiamo mai pensato di scappare e di fare cose strane, ma solo di difendere l’Us Latina Calcio. Ci tengo ad evitare illazioni, perché Ferullo è ancora qui e non è scappato, ieri è stato tutto il giorno qui e oggi anche. Non è un cambiamento determinato da una negligenza o da chissà cosa. L’unica motivazione di questo cambio è dettata dal fatto che è stata vista in me la figura demandata a rappresentare il Latina nelle sedi. Lo faccio con volontà e abnegazione, continuiamo sullo stesso identico lavoro, cercando di portare a termine il lavoro prefissato a dicembre con una salvezza tranquilla. Il giocatore che stiamo prendendo contribuirà a questo, poi programmeremo la prossima stagione con gli obiettivi. Ci sono tante cose da sistemare, tante sfaccettature nella riorganizzazione di una società professionistica. Ho chiesto collaborazione, è importante che questo momento si viva insieme a media e tifosi. Da parte nostra c’è sempre stata chiarezza, ho sempre detto la verità e continueremo a fare la stessa cosa“.

QUI BENEVENTO, QUATTRO INDISPONIBILI - Marco Baroni dovrà fare a meno dello squalificato Cissè, al suo posto in attacco probabile impiego per Pajac. De Falco, Eramo e Padella fuori per infortunio.

QUI LATINA, MARIGA IN DUBBIO. BRUSCAGIN OUT - Vincenzo Vivarini ritrova Dellafiore in difesa. Per un difensore che rientra dalla squalifica, un altro non potrà scendere in campo: al Vigorito non si vedrà Garcia Tena, ammonito nel derby di sabato scorso. Anche se convocato non prenderà parte al match neanche Bruscagin, alle prese con l’influenza. Ballottaggio a centrocampo: De Vitis favorito per una maglia da titolare sull'acciaccato Mariga.

SERIE B, IL PROGRAMMA DEL 25° TURNO - 

Stasera (ore 20.30):

Vicenza - Salernitana

Domani (ore 15.00):

Ascoli - Trapani

Avellino - Hellas Verona

Benevento - Latina

Brescia - Pisa

Cesena - Bari

Frosinone - Carpi

Novara - Cittadella

Pro Vercelli - Spezia

Virtus Entella - Spal (ore 18.00)

Domenica (ore 15.00):

Ternana - Perugia.

Informazioni aggiuntive

  • Data: Sabato, 11 Febbraio 2017
  • Tabellino:

    BENEVENTO - LATINA

    Venticinquesima giornata del campionato di Serie B ConTe.it 2016/2017

    CONVOCATI: 

    Benevento - Cragno, Gori, Volzone, Bagadur, Camporese, Gyamfi, Lopez, Lucioni, Pezzi, Venuti, Buzzegoli, Chibsah, Del Pinto, Matera, Melara, Pajac, Viola, Brignola, Ceravolo, Ciciretti, Falco.

    Latina - Pinsoglio, Grandi, Bortolameotti, Bandinelli, Buonaiuto, Brosco, Bruscagin, Corvia, Coppolaro, De Giorgio, Dellafiore, De Vitis, Di Matteo, Insigne, Maciucca, Mariga, Negro, Nica, Regolanti, Rocca, Rolando, Varga. 

    PROBABILI FORMAZIONI: 

    Benevento (4-2-3-1) - Cragno; Venuti, Camporese, Lucioni, Pezzi; Chisbah, Viola; Pajac, Ciciretti, Falco; Ceravolo. Allenatore: Baroni.

    Latina (3-4-3) - Pinsoglio; Brosco, Dellafiore, Coppolaro; Di Matteo, Bandinelli, De Vitis, Nica; Insigne, Corvia, Buonaiuto. Allenatore: Vivarini.

    Diffidati: Ceravolo (B), Chibsah (B), Ciciretti (B), Di Matteo (L), Lucioni (B).

    Squalificati: Cissè (B), Garcia Tena (L).

    Arbitro: Ivano Pezzuto della sezione di Lecce.

    Assistenti: Marco Citro della sezione di Battipaglia e Luigi Rossi della sezione di Rovigo.

    IV Uomo: Daniele De Remigis della sezione di Teramo.

Torna in alto

Entra or Registrati

Hai un profilo Facebook?

Usa il tuo account Facebook per entrare in SportLatina.

fb iconEntra con Facebook

ENTRA