SLT | Sport Latina | Us Latina Calcio | Serie B | Top Volley | Latina Basket | Latina Calcio a 5 & more...

Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 710
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 706
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 723
A+ A A-

L'Andreoli può giocare in Europa

Sarà di nuovo Europa per l'Andreoli Latina. La squadra pontina, infatti, il prossimo anno tenterà nuovamente l’avventura in una competizione continentale, la Challenge Cup, dopo il secondo posto nella Coppa Cev della stagione appena conclusa.

Leggi tutto...

L'Ede supera l'Antares

L'Antares crea e l'Ede raccoglie, questo il "leit motiv" per i ragazzi cari al Presidentissimo Alberico Davoli che nell'ultimo turno del Campionato di Serie C hanno perso 7 a 9 dai capitolini di Paolo Romani. L'Ede infatti, come quasi tutte le altre squadre che hanno affrontato a Latina nella piscina open la formazione di Mister Francesco Perillo, ha ottenuto la vittoria ed i tre punti approfittando dei regali offerti dalla squadra di casa.

Eppure l'incontro era stato preparato bene e iniziava stavolta con il piglio giusto dei pontini che realizzavano un bel gol in avvio di primo tempo con il capitano Emiliano Mattoccia e pur rischiando sulle conclusioni da fuori e qualche ripartenza, tra l'altro ben recuperata, sprecavano anche un paio di opportunità per il 2 a 0. Nella seconda e terza frazione la partita scorreva sul filo dell'equilibrio con l'Ede che pareggiava su uomo in più, l'Antares di nuovo in vantaggio con Emanuele Di Cori e i romani che realizzavano il 2 a 2 su rigore, prima di concretizzare ad inizio del terzo quarto con altri due gol il doppio vantaggio per 4 a 2. Bella la reazione dei latinensi che con Luigi Russo su penalty e Francesco Balestrieri riportavano i propri compagni sul 4 a 4, ma subivano una micidiale ripartenza in superiorità numerica chiudendo il periodo in svantaggio 4 a 5.

Il settebello rossoblù ad inizio dell'ultimo tempo trovava la forza per ribaltare il punteggio 6 a 5 con una doppia realizzazione in superiorità numerica di Russo e Di Cori, ma una cinica Ede approfittava delle sbavature difensive e degli errori in attacco dei pontini per piazzare con alcuni contropiedi e una superiorità il break di quattro reti per il sorpasso decisivo. Inutile a quel punto la realizzazione finale del 7 a 9 a pochi secondi dello scadere dello stesso allenatore giocatore Francesco Perillo. "Buona tenuta nei tre quarti di gara e fino a metà del quarto periodo, dichiara il DG dell'Antares Bruno Davoli, poi abbiamo pagato a caro prezzo i soliti errori in difesa e soprattutto in attacco". "Peccato oggi nel momento del nostro vantaggio per 6 a 5 è mancata la lucidità e la fredezza necessaria per gestire il gioco, commenta il DS Gianni Bruschi, la situazione di classifica è critica ma i ragazzi devono continuare a credere e a lottare come oggi senza arrendersi mai".

Leggi tutto...

Diretta Raisport per Nocerina Latina

  • Pubblicato in Calcio varie
  • Scritto da

La macchina dei play off si è messa ufficialmente in moto ieri. Presso la sede della Lega Pro a Firenze, si è tenuto un incontro con tutte le società coinvolte. Oggetto della riunione, tra l'altro, l'organizzazione delle partite, gli orari, il ticketing e la sicurezza

Leggi tutto...

Intesatletica ai vertici nazionali

In questo periodo della stagione dell'atletica leggera, pur essendo uno sport tipicamente individuale, tengono banco i campionati a squadre. E nel segno di un trend ormai decisamente votato al positivo i risultati di Intesatletica, la squadra provinciale di Latina, non smentiscono il momento. Dopo la prima fase dei societari Allievi, parliamo di under 18, il sodalizio del presidente Gigi D'Onofrio si è classificato al 16° posto nazionale con i maschi ed al 41° con le donne.

Per il sesso forte la qualificazione alla finale "A1" di Campi Bisenzio è quasi in cassaforte, dal momento che il club pontino attualmente occupa la seconda posizione della classifica parziale di quel concentramento. Le girl invece occupano la settima piazza delle dodici che saranno ammesse in terra toscana per la kermesse conclusiva, per cui bisognerà prestare massima attenzione alla seconda e decisiva fase di qualificazione. Passiamo al settore assoluto dove le novità sono diverse e tutte interessanti! Innanzitutto, dopo circa venti anni, il movimento atletico della provincia si trova ammesso alla seconda fase con entrambe le squadre sia la maschile che la femminile ! Al termine della lunghissima due giorni reatina di sbarramento, Intesatletica riesce a raggiungere il numero di gare e punteggi richiesti dalla federazione per poter partecipare alla fase a "meeting" che si concluderà a luglio e determinerà le squadre qualificate per le finali nazionali che si disputeranno in autunno Novità ancor più importante, il settore maschile risulta al 43° posto nazionale ed è quindi in grande corsa per cercare di centrare l'obiettivo della promozione in serie "A2".

A questo punto, passare ad elencare i risultati individuali di spicco risulta un po' difficile, essendo stati tanti e di ottima qualità. Iniziamo dalla velocità con il rientro alle gare di Gianluca Beltramini che si concede una pausa con il calcio per dedicarsi più costantemente all'atletica ed i risultati si vedono subito: un 10"86 nei 100 che lo pongono subito tra i migliori specialisti nazionali. Dietro di lui esplosione anche del diciasettenne Matteo Monti che ferma i cronometri a 11"17 nei 100 metri ed ancor più a 22"75 nella distanza doppia, minimo di partecipazione per i mondiali under 18 ! Sempre nei 200 registriamo i progressi di Matteo De Santis (22"21) e Matteo Tasciotti (22"51); da segnalare anche il 13"03 di Simona Favoloso, sedici anni, nei 100. Allungando la distanza troviamo l'exploit di Lorenzo Aucone, anch'esso diciassettenne, che ferma i cronometri a 50"69 nei 400 e 1'56"88 negli 800, sesta prestazione nazionale dell'anno. Gli fa eco Delia Esposito, solo dallo scorso ottobre all'atletica dopo un passato nel pattinaggio, che stupisce con un 2'28" sempre nel doppio giro di pista ed i 5 minuti e tre secondi di Elisa Vecchio nei 1500 metri, distanza sullaq quale Antonio Costantino ha realizzato un 4'21" nettamente migliorabile.

Ma la sorpresa maggiore di questo periodo è Stefano Mansutti che nella 10 km di marcia si migliora di circa un minuto e mezzo e, con il suo nuovo personal best di 49'00", si pone al quarto posto sul territorio nazionale tra i marciatori della sua età stupendo anche il padre-coach Livio. Nei salti segnaliamo i 14 metri nel triplo di Riccardo Rasile, il metro e 86 di Filippo Centola nell'alto, i 5,09 di Lorena Trivellato nel lungo seguita dai 5,05 di Alice Alleati. Passando ai lanci, nel martello, in contrapposizione ai tre nulli di Roberto Iazzetta, troviamo i 43 metri di Mirko Franceschetti, i nove metri di Rosita Ficarola nel peso ed i 44,61 metri nel giavellotto dell'eclettico Luca Fantozzi, capace anche di 1,73 nel salto in alto. Negli ostacoli segnaliamo il buon 16"71 di Giorgia Pelagalli nei 100 ed il doppio e positivo esordio nei 400 con barriere di Roberto Barra, sedici anni, e Francesco Passarelli, diciassette anni, entrambi con 1'02".

Leggi tutto...

Andreoli, presi Matteo Paris e Davide Candellaro

Ancora non si spegne l’eco della finale scudetto vinta da Trento su Piacenza domenica scorsa, che l’Andreoli mette a segno altri due colpi di mercato. Non si perde tempo a Latina e si completano altri due i ruoli dello scacchiere che comporrà la prossima stagione. Alla corte di Roberto Santilli arrivano il palleggiatore Matteo Paris e il centrale Davide Candellaro. Il primo si affiancherà a capitan Daniele Sottile nella regia della squadra, il secondo si alternerà a Carmelo Gitto e a Pieter Verhees a muro.

Matteo Paris è di Anguillara Sabazia anche se nasce a Roma il 13 settembre 1983. Cresciuto nella squadra locale con un prestito alla vicina Bracciano si trasferisce nel 2006-07 a Civita Castellana in B2, quindi l’anno successivo esce dalla regione per andare a giocare a Molfetta in B1, un biennio a Gaeta in B2 quindi alla Mymamy Reggio Calabria in B1, nel 2011-12 si accasa ad Atripalda in A2, quindi il trasferimento a Corigliano (con l’ex Fabroni) sempre in A2. “Si è realizzato un sogno, ancora non realizzo di essere in A1, sono felicissimo non vedo l’ora di iniziare. Sono partito dal basso e dopo tanti anni di gavetta arrivo nella massima serie. Tra tutte le stagioni ricordo con piacere le due passate a Gaeta, peccato solo per l’esito dei campionati. Mi aspetto di crescere e imparare moltissimo dai compagni, specialmente da Sottile che stimo, l’obiettivo è quello di migliorami e avere l’occasione di esprimermi ai massimi livelli”.

Davide Candellaro nasce a Camposampiero, paesino di 12mila abitanti in provincia di Padova che ha dato i natali a molti pallavolisti, cresce nel Campodarsego, nel 2006-07 il prestito al Trebaseleghe quindi nel 2007-08 entra in Ghirada a far parte del gruppo della Sisley Treviso dove svolge due stagioni. Nel 2009 viene convocato da Gigi Schiavon nella nazionale juniores quindi il passaggio a Taranto in A1 quindi tre stagioni in A2 a Cavriago, Santa Croce e Atripalda. “Contento di approdare in una società così ben strutturata. Vengo da due ottimi anni e spero di continuare la fase di crescita. Mi sembra che tutti gli ingredienti siano perfetti: un’ottima società e il mio approdo in A1, non posso chiedere di più. Di Santilli mi hanno sempre parlato bene, quando è andato ad allenare all’estero io ero ancora nelle giovanili. Ho iniziato molto tardi a praticare la pallavolo, prima ho giocato a calcio e nuoto, poi un amico mi ha convito di provare con il volley. Cosa mi aspetto dall’annata? Sicuramente di crescere, continuare la mia fase di cui per ora sono molto soddisfatto”.

Leggi tutto...

Torna a Latina il Campionato Italiano Supermoto

Il circuito Sagittario di Latina, teatro del Sic Supermoto Day lo scorso 2 dicembre quando vide l’invasione pacifica di migliaia di appassionati per assistere a questo straordinario evento che ha portato nella pista pontina i big del Motomondiale, della Superbike e della Supermoto, ospiterà i prossimi 18 e 19 maggio la seconda prova del Campionato Italiano e International Supermoto. Disciplina tra le più spettacolari del panorama motociclistico, la Supermoto, grazie all’interessamento di Youthstream Events e del Circuito Il Sagittario che si avvalgono della preziosissima collaborazione del Comune di Latina che da sempre favorisce queste attività sportive, ritrova nell'area del circuito internazionale pontino, la propria palestra naturale con giovani e veterani della specialità regalando, nella massima sicurezza, lo spettacolo di uno sport coinvolgente.

Dopo la prova di avvio stagionale di Viterbo del 21 aprile per il tricolore e del beneventano la domenica successiva con la prima mondiale, si configura per gli appassionati della specialità una situazione indubbiamente più chiara, con Teo Monticelli (Honda-Freccia Team) che ha sorpreso tutti aggiudicandosi la prova laziale della classe S1 grazie alla vittoria di gara-1 e il terzo posto nella ripresa, mettendo in riga tutti i favoriti. Il marchigiano non vorrà farsi sfuggire la tabella rossa sia nel campionato italiano che nel challenge internazionale, e per questo dovrà vedersela con avversari come il Ceco campione europeo Petr Vorlicek (TM-SHR Team), che a Viterbo è arrivato secondo assoluto nella graduatoria internazionale davanti al francese ex iridato Adrien Chareyre (Aprilia-Fast Wheels). In quarta posizione arriverà il pesarese campione italiano in carica Ivan Lazzarini (Honda L30 Racing), davanti al transalpino campione del mondo Thomas Chareyre (TM Factory Racing), autore di una bella vittoria in gara-2 che gli ha permesso di riscattare il pesante stop in avvio a causa dello spegnimento della moto quando si trovava al comando a poche centinaia di metri dal traguardo. Dietro, sempre in cerca di riscatto, seguono l’ordine dei migliori dieci anche l’olandese Devon Vermeulen (Ktm-Motoracing Team), il bolognese Massimo Beltrami (Honda-Lux Performance), il piemontese Paolo Gaspardone (Honda), il britannico Matthew Winstanley (TM-SHR Team) e il lodigiano Andrea Occhini (Suzuki-Team BRT).
Nella graduatoria tricolore Monticelli conduce con 45 punti su Lazzarini, Beltrami, Gaspardone, Occhini, Bartolini, Martella, Sammartin, Ravaglia e Borella. 
Sale l'attesa degli appassionati anche per gli altri campionati italiani, ad iniziare dalla classe S2 dove Yuri Guardalà (Honda-Team Gazza) e Diego Monticelli (Honda-Freccia Team) a Viterbo si sono divisi le prime e le seconde posizioni con il marchigiano che ne è uscito in testa grazie alla discriminante. In terza posizione arriverà a Latina il finlandese Asseri Kingelin (Honda-TDS), che precede il toscano Giulio Lorenzini (Honda-PMT Racing), il finlandese Sami Salstola (TM-SHR Team), il francese Thomas Gory (TM-Drivers Cuneo), Vladimiro Leone (Honda-SRS Racing), il varesino Marco Pezzimenti (Yamaha), Luca Brambilla (Yamaha) e Luca Ciaglia (Yamaha-LM Racing) per i top ten.

Nella categoria S3 è il pontino Paolo Salmaso (Ktm-Effetti Racing) il capofila in virtù di due belle vittorie parziali che lo vedono subito al comando davanti a Daniele Demetti (Honda-Us Leon) che ha finito due volte terzo a Viterbo, quindi il senese Fabio Gazzarri (Honda-Spa Racing Team), Domenico Ricchiari (Yamaha-Dream Team), Marzio Ravaioli (TM), Julien Malatino (TM-Drivers Cuneo), Enzo Ermondi (Honda-Vittorio Alfieri), Matteo Gallan (Honda-Emilio Marchi), Andrea Paoloni (TM-Motoxracing) e Matteo Medizza (Honda-Aneip Olos) per i migliori dieci.

Tra i giovani della categoria S4 Under 19 con moto da 250 4T è il pilota laziale Lorenzo Promutico (Honda-Cianfrocca) ad affermarsi nelle due manche finali, conducendo così la classifica provvisoria di campionato davanti a Paolo Attardo (Husqvarna-Celestino Girola), Mirko Gizzi (TM-Birba Racing), Edoardo Gente (Yamaha-Ufo Frascati), Giacomo Caruzzi (Honda-Della Superba), Ivan Chiariotti (Kawasaki-MC Pistons), Jacopo Traversi (Honda-Spa Racing Team) e Leonardo Corsani (Honda-Due Due Due) nell’ordine.
Anche il Trofeo Centro Sud offrirà un piacevole spettacolo mettendo sul piatto la seconda delle tre prove previste quest’anno a fianco del campionato italiano. Dopo la prima prova guida la classifica, in ragione di due belle vittorie parziali nelle manche finali, Alberto Clair (Honda-Celestino Girola), che a sua volta precede Gabriele Muzi (Honda) e Francesco Panetta (TM-Colleferro), quindi Maurizio Caso (Yamaha-Cumarikambike), Pietro Cafiero (TM-Motorsannio), Danilo Paoloni (Honda-Motoxracing), Giuliano Scafoni (TM-Colleferro), Dario Salvia (Honda-Spoleto), Michele Vari (TM-Colleferro) e Marco Micheli (Honda-Faleri Novi).

Infine, ma non certo per flusso di spettacolo, anche la nuova edizione del monomarca di Borgo Panigale iniziata a Viterbo, con il Ducati Cup e la nuova Hypermotard in versione SP che già dalla prima attesa gara ha offerto subito grandi inseguimenti con la supremazia di Manuel Noto La Diega, il quale ha centrato le due vittorie finali. Hanno completato il podio assoluto di giornata, Alberto Moseriti che ha finito le due manche due volte secondo, e Diego Dell’Oro terzo e quarto nelle due frazioni, giunti nell’ordine anche in graduatoria di campionato.




Leggi tutto...

La Tecno Electric fa festa

Tutto da copione nell'ultima giornata del campionato di serie A2 di tennistavolo, la Tecno Electric conquista una sofferta salvezza contro il Siena con il punteggio di 4-1 e il Messina perde a Norbello con lo stesso punteggio e si arrende al verdetto della retrocessione.

La Tecno Electric si schiera con Marco Talocco, Marco De Tullio, Andrea Perillo e a disposizione Pietro Nuvola, risponde il Siena con Nicolay Petrov Boyadzhiev, Alessandro Cerretti e Claudio Doldo. Parte De Tullio contro Boyadzhiev, lo straniero del Siena che è il numero uno della squadra toscana si rileva ancora un osso durissimo e mette subito paura a De Tullio, ma lo stato di forma del pontino è strepitosa in questo periodoe riesce a superare il toscano con un sofferto 3-2 e porta in vantaggio il Pontinia. Seconda partita per Talocco contro Doldo, senza storia il pontino chiede con un secco 3-0e allunga sul 2-0 le sorti dell'incontro. Terza partita scende Perillo contro Cerretti, il toscano è un giocatore molto ostico e il pontino soffre le difese dell'avversario, ma con molta concentrazione e con la giusta intelligenza tattica riesce a chiudere con un 3-2 che porta il Pontinia sul 3-0 e match-point consegnato a Talocco. Talocco se la deve vedere con un fortissimo Boyadzhiev, la partita sembra essere stregata per il pontino che ci prova fino all'ultimo ma complice un po' di sfortuna e la partita perfetta del bulgaro, si deve arrendere e rimanda la vittoria sulla racchetta di De Tullio. De Tullio contro Cerretti non spreca e con colpi di attacco imprendibili chiude per 3-0 e definitivamente la partita per 4-1. Intanto arriva la notizia della sconfitta del Messina e quindi a Pontinia grande festa per una promozione meritata e sofferta sul campo.

Ottimo finale di campionato quindi per i pontini che con 2 vittorie consecutive si aggiudicano la possibilità di disputare la serie A2 anche il prossimo anno. Gli artefici di questa salvezza sono Marco Talocco da 2 anni al Pontinia ed elemento fondamentale soprattutto nelle partite clou del campionato dove fa sempre la differenza, Marco De Tullio il nuovo acquisto di quest'anno e si può anche dire azzeccato perché forse ha disputato la sua migliore stagione in carriera, Andrea Perillo atleta di casa che si alternava con Nuvola e si è rivelato anche fondamentale con il punto del pareggio sul Cagliari, Pietro Nuvola che si sdoppia nel lavoro di allenatore e giocatore, in quest'ultimo ruolo fondamentale per la salvezza anche il suo punto del pareggio contro Roma. Vedremo cosa riserverà il futuro della Società pontina che dovrà organizzare la prossima serie A2 e già ha in serbo importanti notizie sulle tante attività da svolgere.

Leggi tutto...

Trofeo Città di Sezze, vittoria per Carmine Buccilli e Romina D'Auria

Un meteo ideale e un'accoglienza calorosa hanno fatto da cornice alla dodicesima edizione del Trofeo Città di Sezze, manifestazione podistica organizzata dall'Atletica Setina con il patrocinio del Comune di Sezze, del Coni, della Regione Lazio e della Provincia di Latina, e con la collaborazione tecnica dell'Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti della provincia di Latina.

Ben 650 atleti si sono presentati al via della competizione, confermando il successo che la competizione ha saputo raggiungere nel corso degli anni. Sul tracciato di 9 chilometri e 750 metri, ricco di saliscendi, ha prevalso Carmine Buccilli del Brooks Team, il quale ha condotto una gara di testa sin dall'inizio, facendo fermare i cronometri dopo 30 minuti e 54 secondi, con un vantaggio di quasi due minuti rispetto al secondo classificato Diego Papoccia. Il portacolori della Podistica Amatori Morolo, che ha chiuso in 32'47”, si è dovuto accontentare della piazza d'onore dopo il successo del 2012 sulle strade setine, mentre al terzo posto si è insediato Giuseppe Brancato (Atletica Sabaudia) che migliora la quinta piazza di dodici mesi fa e, con il tempo di 33'02” ha bruciato nell'allungo finale le residue speranze di Marco Di Loreto (Nuova Podistica Latina) di confermarsi sul podio, visto che lo scorso anno fu secondo. Quinto, in 34 minuti netti, Giuseppe Poli dell'Atletica Borgate Riunite Sermoneta.

In campo femminile vittoria-bis per Romina D'Auria (Podistica Terracina), che si ripete a un anno di distanza, con il crono di 38'52”, precedendo Luisa Abbate (Atletica Club Nautico Gaeta) seconda in 39 minuti, e Maria Casciotti (Podistica Solidarietà), terza con il tempo di 40'17”.

La speciale classifica a squadre, stilata in base al numero di atleti al traguardo, ha visto prevalere il Centro Fitness Montello sulla Nuova Podistica Latina e sull'Asd Podistica Avis Priverno. Quarto posto per l'Atletica Amatori Velletri e quinto per la Fondi Runners 2010. In gara con la sua handbike anche Giovanni Salati, atleta con disabilità originario di Sezze, mentre al’evento agonistico è stata affiancata una corsa non competitiva riservata ai bambini e ai ragazzi che frequentano il Centro socio-educativo “Carla Tamantini”.

Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti numerosi rappresentanti delle istituzioni, a cominciare dal sindaco di Sezze Andrea Campoli. La manifestazione, infatti, è stata inserito all’interno del cartellone di eventi del “Maggio Setino” che l’Amministrazione Comunale ha voluto promuovere per dare vita ad una serie di appuntamenti annuali fissi, interamente dedicati al sociale, allo sport ed alla scuola.

«Il Trofeo Città di Sezze – ha dichiarato l’assessore allo Sport e servizi sociali del Comune di Sezze, Enzo Eramo - è diventato uno degli appuntamenti podistici più partecipati della provincia e del Lazio. Il merito va soprattutto agli organizzatori, supportati dall’Amministrazione Comunale e dai vari sponsor, che con il loro impegno e la loro tenacia contribuiscono ad accrescere i valori legati alla pratica di questa disciplina sportiva e a far avvicinare i giovani e non solo a questo mondo. L’evento, inoltre, rappresenta per la nostra città un ottimo veicolo per la promozione del territorio, considerato che questo appuntamento sportivo riesce a muovere un gran numero di atleti, dirigenti, accompagnatori e pubblico».

Al termine della competizione, gli atleti e i loro accompagnatori sono stati ospitati dall'Atletica Setina presso il parco dei Cappuccini, dove hanno potuto concludere la giornata di sport con un ricco ristoro a base di prodotti tipici locali, a partire dalla caratteristica zuppa di fagioli e dal pane di Sezze.

Il Trofeo Città di Sezze è stato valido anche quale tappa oro del Grande Slam-Trofeo Icar Renault, il Campionato Provinciale organizzato dall'Uisp in collaborazione con Mapei, Sport '85 e Ipermercato Panorama Latina. Per informazioni è possibile visitare il sito internet www.uisplatina.it.

Leggi tutto...

E' già storia

  • Pubblicato in Blog
  • Scritto da

Iniziamo da una certezza. Dopo una stagione lunga, intensa, ricca di colpi di scena, il Latina ha raggiunto il culmine più alto della sua storia calcistica.

Un terzo posto nella terza serie nazionale è da considerarsi, innnanzi tutto, come un grande traguardo centrato, un obiettivo raggiunto, un importante tassello fissato nei 70 anni e giù di lì di calcio pontino. E siccome la grandezza di un club si fonda soprattutto sulla sua storia, essa bisogna costruirla, con il tempo e con la pazienza, ma anche con la continuità. In questo senso gli sportivi pontini hanno avuto poche occasioni per costruire un rapporto di fedeltà con i colori nerazzurri. Tante illusioni e poche soddisfazioni, almeno negli anni addietro. Forse si spiega anche così una partecipazione pubblica leggermente al di sotto delle aspettative, nonostante un passato meno prestigioso.

Ma adesso il vento è cambiato, grazie a progetti seri ed una società solida e competente. In tre anni sono arrivati più successi che in tutta l'epopea nerazzurra a cavallo dei due secoli. Una promozione in Pima Divisione, una Coppa Italia, una partecipazione ai play off per la serie B. La storia, fin qui, è stata già scritta e quello che si apre il 26 maggio è solo un altro, entusiasmante capitolo, da vivere fino in fondo.

I play off sono un mondo a parte, nulla a che vedere con la regular season appena terminata. E' una questione di testa e gambe, di tenuta fisica e mentale. Si parte fra due domeniche e, salvo superamento del primo turno, si finisce il 16 giugno. Un altro mese e più di fuoco, anche dal punto di vista climatico. Occorre ritoccare la preparazione , ma senza bruciarsi, e poi affrontare le sfide con l'approccio mentale corretto, perchè la concentrazione è un elemento fondamentale. Poi c'è la voglia, la cosiddetta fame, che può fare la differenza più di ogni altra cosa.

In questo senso il Latina dovrà essere più scaltro degli altri. Nel quartetto delle concorrenti per un posto in B, la squadra pontina è l'outsider, quella che ha meno storia di tutti e che forse ha meno perdere. Affrontandola così, con il cuore più leggero, i nerazzurri proverranno a vincere i fantasmi della tensione, che possono tagliare le gambe e annebbiare la vista. Perchè se la storia può fare la differenza, con coraggio e ambizione la si può anche cambiare. 

Leggi tutto...

E' tornato il sorriso

  • Pubblicato in Blog
  • Scritto da

Se si guarda con l’ottica della classifica il brodino di Carrara non ci lascia proprio di marmo. Certo è un pareggio sofferto arrivato in casa dell’ultima classifica, retrocessa, anche se la squadra nerazzurra era imbottita di riserve. Il punto incassato è il primo in trasferta prima del periodo nero (le sconfitte di fila di Frosinone, Perugia, Benevento e Gubbio) datato 3 marzo.

E questo di suo è un mezzo sorriso, gli altri due mezzi sorrisi per formarne uno intero provengono dalla seconda rete di Danilevicius: è scontato che dirigenza e tifoseria si aspettano che finalmente venga spedito a Vilnius il fratello gemello di Thomas e che l’ex attaccante di Livorno e Juve Stabia possa scendere in campo senza soffrire di sdoppiamenti di personalità che ne hanno fin qui azzerato il rendimento. Il completamento del sorriso proviene da Sorrento, dove i rossoneri, dati già per spacciati negli ultimi 180’, sono riusciti nell’impresa di stendere la Nocerina e consentire ai pontini di acciuffare proprio i molossi al terzo posto in classifica. E stando in vantaggio con gli scontri diretti (1-0 al San Francesco, 1-1 al Francioni), i nerazzurri avranno a disposizione due risultati su tre, potendo contare anche su due pareggi nei due scontri. E questa notizia –inaspettata- non è da buttare alle ortiche.

Certo, leggendo la classifica il tifoso nerazzurro potrebbe avvampare di rabbia, ma se invece leggiamo lo score delle ultime partite restiamo di sasso: due sole vittorie (Avellino e Paganese) hanno fatto da cornice a ben 9 giornate, 3 pareggi (di cui due interni) e ben 4 sconfitte: numeri impietosi che sono più da squadra da bassifondi, amplificando un calo psicofisico che nessuno immaginava sarebbe accaduto. L’altro match è Pisa-Perugia, coi grifoni favoriti dalla classifica anche se i toscani provengono dopo il cambio d’allenatore da ben 6 vittorie di fila: chiaro che i tifosi pontini tiferanno per la squadra vituperio delle genti, essendo finiti nell’ultima griglia a disposizione per la corsa play off. 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Entra or Registrati

Hai un profilo Facebook?

Usa il tuo account Facebook per entrare in SportLatina.

fb iconEntra con Facebook

ENTRA