SLT | Sport Latina | Us Latina Calcio | Serie B | Top Volley | Latina Basket | Latina Calcio a 5 & more...

A+ A A-

Il Latina fa visita al Pisa di Gattuso. Vivarini: "Sfida importante, abbiamo lavorato tanto sul morale"

Trasferta sotto la torre per il Latina: gli uomini di Vivarini ospiti del Pisa di Gennaro Gattuso nell'ennesimo scontro diretto della stagione. Il tecnico pontino ha presentato la difficile sfida contro i toscani: "Questa settimana abbiamo lavorato tantissimo, soprattutto sulla testa. Veniamo da una partita pesante a livello psicologico, nella quale volevamo a tutti i costi il risultato e abbiamo speso tantissimo. Abbiamo accusato un po’, a livello psicologico, la partita col Carpi. C’è stato un lavoro per tirare su il morale, dare entusiasmo ed esuberanza alla squadra. Penso che abbiamo fatto un buon lavoro, ho visto la squadra sia ieri che stamattina abbastanza convinta sulle cose da fare a Pisa. I nostri avversari corrono tanto, c’è da lavorare tantissimo per cercare di fare risultato. È uno scontro diretto, c’è da essere molto bravi a non perderlo. Dobbiamo cercare di tirar fuori il meglio da noi e metterli in difficoltà attraverso le qualità che abbiamo sempre messo in evidenza". Il centrocampista Filippo Bandinelli, squalificato, non scenderà in campo. Molto probabile l'utilizzo di Mac Donald Mariga: "E' in buona condizione. Aveva accusato il contraccolpo di qualche errore, ma nelle ultime due settimane l’ho visto abbastanza pimpante e motivato. Si candida sicuramente per una maglia da titolare. In questo momento si cerca di stare attenti a tutte le soluzioni e di dare considerazione a tutti". Il reparto meno produttivo della formazione nerazzurra è sicuramente quello offensivo, pochi ricambi e tante bocciature del tecnico pontino, che comunque lascia aperta la porta del campo a tutti i calciatori della rosa: “Ho grande considerazione di tutti, ma il discorso è questo. Stiamo lavorando in un campionato di serie B e in Italia, non ci possiamo permettere il lusso di non considerare tutte le forze che abbiamo a disposizione, sia Jordan che Negro, così come Buonaiuto, Insigne e Corvia. Quando le cose non vanno bene chi sta fuori è sempre il migliore, ma non dobbiamo sottovalutare nessuna forza a disposizione. Negli allenamenti do considerazione a tutti, mercoledì lo avete visto perché non faccio una squadra di titolari e metto gli altri in secondo piano. Si va a guardare bene, in questo momento tutti possono e devono dare una mano. Il Pisa ha sette attaccanti di primo ordine, da Masucci a Cani, da Peralta a Varela passando per Gatto, noi in questo momento siamo un po’ stretti in quel reparto e dobbiamo dare importanza a qualche giovane che spero possa esplodere e darci una grossa mano”. Il tecnico di Ari, accompagnato da capitan Bruscagin, ha incontrato nella giornata di ieri il sindaco di Latina Damiano Coletta e il presidente dell'AIC Damiano Tommasi: "Era una cosa che avevo già chiesto a voi e a tutta la città e al sindaco. In questo momento non voglio e non posso stare sempre a dire le difficoltà in cui ci troviamo. La società è fallita ed è un dato di fatto, non devo spiegare io le conseguenze di questa situazione. Abbiamo una fortuna che è l’esercizio provvisorio che ci dà la possibilità di arrivare a un traguardo importantissimo che è la salvezza. Ci si arriverà negli ultimi giorni del campionato, bisogna essere tutti concentrati per far sì che si ottenga questo obiettivo. Da parte nostra ce la stiamo mettendo tutta, non ho mai lavorato come sto facendo in questo momento. Uno dà l’anima in tutto quello che può fare, i giocatori altrettanti. Dopo la partita col Carpi ho visto la faccia dei giocatori, hanno preso veramente a cuore questo progetto e questa città e vogliono assolutamente ottenere la salvezza. C’è bisogno di aiuto da parte di tutti, l’ho detto anche al sindaco e speriamo di riuscire ad avere quell’unità d’intenti che porta sicuramente risultati. L’unione fa la forza, insieme possiamo arrivare all’obiettivo".

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Latina, finalmente si gioca! I ragazzi di Vivarini ospitano il Carpi

Dopo il via libera all’esercizio provvisorio da parte del Tribunale, il Latina è pronto a tornare in campo: al Francioni arriva il Carpi. Diretta tv su Sky Calcio 1 HD, radiocronaca su Radio Latina 98.3 MHz.

Il Latina è vivo e vegeto, la boccata di ossigeno è finalmente arrivata ieri direttamente dal Tribunale di Latina: esercizio provvisorio accordato attraverso la curatela fallimentare e stagione sportiva salvata. La prossima tappa del travagliato anno nerazzurro andrà in scena tra 45 giorni, quando il titolo sportivo verrà assegnato al miglior offerente tramite un’asta fallimentare. Il presidente (ormai ex) Benedetto Mancini parteciperà all’asta, con la speranza di riappropriarsi della società del capoluogo pontino. Non sarà però l’unico a presentare un’offerta, si fanno infatti insistenti le voci di altri importanti nomi pronti a guidare il Latina, come quelli di Claudio Lotito, presidente e proprietario della Lazio e della Salernitana, e di Edoardo Longarini, patron della Ternana. I diretti interessati hanno smentito tutto, ma solo alla chiusura dell’asta la verità verrà a galla. Ora bisogna pensare solo al campo perché al Francioni, domani pomeriggio alle 18.00, arriverà il Carpi di Fabrizio Castori.

CARPI A SECCO IN TRASFERTA DA 428’ - Il Latina troverà di fronte a sé una formazione in forte crisi nelle gare in trasferta; infatti gli emiliani non segnano fuori casa da ben 428 minuti: l’ultimo gol messo a segno lontano dalle mura amiche è quello siglato da Lasagna al 22’ nel match perso 1-2 a Novara lo scorso 30 dicembre. I nerazzurri non dovranno comunque sedersi sugli allori, perché marzo è il mese d’oro di Fabrizio Castori; l’ex tecnico del Cesena ha ottenuto una media punti-partita di 1,52 punti nel terzo mese dell’anno, grazie a 29 vittorie, 20 pareggi e 21 sconfitte in 70 gare di tornei professionistici. In casa Latina Riccardo Brosco festeggerà 200 gare in Serie B (playoff e playout esclusi), una bella soddisfazione per il difensore nerazzurro che, oltre a quella del Latina, ha indossato nel campionato cadetto le casacche di Triestina, Pescara e Ternana.

QUI LATINA, FUORI DI MATTEO E REGOLANTI - Vivarini ne convoca 21 per la sfida al Carpi, restano in tribuna Di Matteo e Regolanti. Pronto il consolidato modulo 3-4-3 con il trio d’attacco Buonaiuto-Corvia-Insigne. Possibile impiego di Nica sulla fascia, in mezzo al campo spazio a De Vitis, probabile panchina per Mariga. 

QUI CARPI, CINQUE INDISPONIBILI - Gli emiliani vogliono tornare a vincere in trasferta, gioia che manca da ben tre mesi. Per la sfida del Francioni Castori convoca 22 giocatori, con la speranza di superare l’astinenza di vittorie. Assenti Concas, Romagnoli, Struna e il lungodegente Pasciuti.

VIVARINI: “SETTIMANA TRIBOLATA, MA ORA ABBIAMO CERTEZZE” - Vincenzo Vivarini ha presentato in conferenza stampa la gara del 30° turno contro il Carpi. La settimana più difficile della sua gestione sta per terminare, ed ora il tecnico nerazzurre può pensare solamente alla sfida interna contro gli emiliani: “È stata una settimana tribolata per tanti fattori che sapete tutti - ha spiegato l’allenatore abruzzese - però il calcio è fatto di organizzazione e idee chiare su cose da fare contro una squadra importante come il Carpi. Ho cercato, come ho fatto in tutto questo periodo, di isolare la squadra da tutto il contorno, concentrandoci con tutte le nostre forze nelle attenzioni da mettere in campo. Il Carpi è una squadra che ha atteggiamenti diversi da tutte le altre, ci vuole concentrazione e attenzione nel mantenere certe consegne, altrimenti corriamo il rischio di avere degli svarioni. Abbiamo lavorato sotto questo aspetto. Chiaramente abbiamo vissuto anche delle notizie che ci giravano intorno, però ho visto la squadra pimpante, attenta e vogliosa di ripagare tutti gli sforzi delle persone che in questo periodo si sono adoperate per il bene del Latina. Voglio fare un plauso particolare a tutti i collaboratori del Latina che ci stanno vicini, che magari hanno sofferto in questo periodo ma non hanno mai abbandonato la squadra. Dai magazzinieri ai fisioterapisti all’addetto stampa, tutte persone che sono rimaste vicine cercando di non farci mancare niente. Adesso spetta a noi, dobbiamo dare il massimo in campo”. In un periodo carico di guai societari è sempre difficile per un allenatore tenere alta la concentrazione dei propri ragazzi, ma Vivarini è sicuro delle proprie certezze: “In questo momento abbiamo delle certezze, prima c’era un grosso punto interrogativo su tutto. La palla passa ai curatori e poi, soprattutto, a noi in campo. Questo è un discorso che ho sempre ripetuto dentro lo spogliatoio, la squadra ha capito e già sapeva, al di là di tutte le chiacchiere, che era importante fare bene in campo. Lo è ancora di più adesso, dobbiamo cercare di dare tutto in campo, di lottare su ogni pallone e di stare attenti a non lasciare spazi agli avversari. Ringraziamo i curatori che ci hanno dato queste certezze - ha concluso Vivarini - adesso dobbiamo essere bravi contro il Carpi nel cercare di vincere a tutti i costi la partita”.

SERIE B, IL PROGRAMMA DEL 30° TURNO - Nella 30/a giornata del campionato cadetto la capolista Frosinone fa visita al Bari, punti pesanti in palio nella sfida Benevento-Entella, derby piemontese tra Novara e Pro Vercelli.

Domani (ore 15.00):

Bari - Frosinone

Benevento - Virtus Entella

Cittadella - Perugia

Salernitana - Brescia

Spal - Cesena

Spezia - Avellino

Latina - Carpi (ore 18.00)

Domenica (ore 15.00):

Novara - Pro Vercelli

Ternana - Trapani

Vicenza - Pisa (ore 17.30)

Lunedì (ore 20.30):

Hellas Verona - Ascoli.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Altro spareggio salvezza per il Latina, sfida al redivivo Trapani

Nel 29° turno di Serie B il Latina fa visita al Trapani, autentico spareggio salvezza contro una formazione che a dicembre sembrava già spacciata. Diretta televisiva su Sky Calcio 7 HD, radiocronaca live su Radio Latina MHz 98.3.

Nemmeno il tempo di metabolizzare il pareggio interno di martedì scorso contro il Cesena che il Latina di Vincenzo Vivarini sarà chiamato subito a disputare un altro spareggio salvezza. Nella 29/a giornata del campionato cadetto i nerazzurri saranno impegnati in terra siciliana (sabato alle 15.00), ad attenderli ci sarà il Trapani allenato da Alessandro Calori.

RINASCITA GRANATA - Lo scorso dicembre sembrava ormai spacciato, ma con l'arrivo del nuovo tecnico Alessandro Calori, in sostituzione di Serse Cosmi, il Trapani ha imboccato la strada giusta. Un'autentica rinascita granata che ha permesso ai siciliani di raccogliere punti importanti in ottica salvezza, basti solamente pensare che negli ultimi otto turni di campionato il Trapani ha raccolto 13 punti, una media di 1,7 punti a gara arrivati dopo quattro pareggi, tre vittorie e una sconfitta. Ultima déblace datata 28 febbraio nell'ultimo turno contro il Cittadella, una sconfitta incassata in zona Cesarini quando il cronometro segnava il minuto 94. All'andata ebbero la meglio i nerazzurri, vincendo 2-0 grazie alle reti siglate dagli ormai ex Boakye e Acosty. Il Latina al momento sovrasta il Trapani in classifica di cinque lunghezze, raccogliere punti al Provinciale risulterà fondamentale per gli uomini di Vivarini, complice anche la penalizzazione in classifica di 4-5 punti che quasi sicuramente arriverà nelle prossime settimane.

VIVARINI: "SERVE UNA PRESTAZIONE SOPRA LE RIGHE" - Nella conferenza stampa della vigilia Vincenzo Vivarini ha presentato la trasferta di Trapani: "È uno scontro diretto e come tale ha un’importanza molto alta - spiega il tecnico sul sito della società nerazzurra - come la partita di Terni e col Cesena sarà una partita molto combattuta. Troveremo una squadra in grande condizione, ho visto le loro gare con la Salernitana e con il Cittadella e ho visto una squadra in salute e che attraverso il mercato di gennaio ha rinfrescato molto la rosa. Ha portato giocatori di gamba e qualità, quindi sarà una partita da affrontare con grande attenzione e col piglio giusto. Ci saranno difficoltà di campo, perché è un sintetico molto morbido e sul quale il piede va giù. Ci sarà vento, da come dicono, e abbiamo cercato di curare ogni particolare. Sarà sicuramente una battaglia, dobbiamo essere bravi a portare a casa il risultato. Il Trapani ci verrà a prendere alto come ha fatto il Cesena, ci sarà grande agonismo. Loro hanno due attaccanti di gamba e velocità che fanno molto bene in pressione, dietro di loro c’è Coronado che farà sicuramente la differenza e dovremo limitare. Poi c’è Colombatto che è un play che sa fa girare bene la palla e anche su di lui c’è da lavorare per andarlo a limitare. È una partita da fare con grande intensità e senza abbassare i ritmi perché non possiamo permettercelo. Ci vuole una prestazione sopra le righe". I tre turni ravvicinati, complice l'infrasettimanale di martedì scorso, ha portato a un grosso dispendio di energie, e Vivarini non esclude qualche cambiamento: "La fortuna è che abbiamo ragazzi giovani che riescono a recuperare facilmente a livello fisico. Mentalmente, invece, c’è qualche accenno di stanchezza. Dobbiamo avere la capacità di recuperare e stare pronti. Possiamo vedere qualche avvicendamento, vedremo le scelte per domani. Bruscagin ha qualche problemino, bisogna vedere se con un giorno ancora riesce a recuperare. De Vitis è uscito un bel po’ affaticato martedì col Cesena, ora l’ho rivisto abbastanza pimpante ma è da valutare, mi prenderò questa giornata (venerdì, ndr) per farlo". Guai a fare tabelle di marcia, Vivarini preferisce analizzare la situazione partita dopo partita: "Vivo partita dopo partita, l’obiettivo è andare a colmare quei problemi che abbiamo di squadra. Adesso è importante fare punti a Trapani, bisogna farlo in un certo modo. È una partita alla nostra portata - conclude il tecnico di Ari - se hanno i punti che hanno significa che hanno anche loro dei problemi".

QUI TRAPANI, SI RIVEDONO ROSSI E DAÌ - Alessandro Calori ne convoca 24 per la sfida al Latina, tornano in lista Fausto Rossi e Antonino Daì. Per due che rientrano, altri due restano fuori: si tratta di Tiago Casasola e Matteo Legittimo. Entrambi fermi ai box per squalifica assisteranno alla sfida salvezza dalle poltrone della tribuna.

QUI LATINA, BRUSCAGIN E DE VITIS IN DUBBIO - Dilemma Bruscagin - De Vitis per Vivarini: entrambi hanno accusato qualche problema fisico dopo la partita contro il Cesena e il tecnico abruzzese potrebbe farli accomodare in panchina. Nella lista dei 22 convocati non appare il nome di Marco Pinato, in recupero dopo la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro avvenuta nella partita d'andata contro la Ternana. Non convocato neanche il giovane Negro.

LE ALTRE DI B, IL FROSINONE OSPITA IL CITTADELLA, VERONA A BRESCIA - Saranno otto le gare del campionato cadetto che si disputeranno domani alle 15.00. Nei bassifondi della classifica altra sfida salvezza tra Ternana e Pro Vercelli, ultimo treno per gli umbri? Domenica alle 15.00 l'Hellas Verona sarà in trasferta al Rigamonti, ad attenderlo ci sarà il Brescia. Chiude la 29/a giornata il monday night tra Frosinone e Cittadella.

Il programma completo del 29° turno:

Domani (ore 15.00):

Ascoli - Novara

Avellino - Perugia

Carpi - Spezia

Cesena - Vicenza

Spal - Pisa

Ternana - Pro Vercelli

Trapani - Latina

Virtus Entella - Bari

Domenica (ore 15.00):

Brescia - Hellas Verona

Benevento - Salernitana (ore 17.30)

Lunedì (ore 20.30):

Frosinone - Cittadella

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Latina-Cesena, al Francioni in palio tre punti fondamentali

La Serie B torna in campo per la 28/ma giornata del campionato nel turno infrasettimanale. Questa sera al Francioni il Latina ospita il Cesena: in palio tre punti fondamentali in ottica salvezza. Fischio d'inizio alle 20:30.

I CONVOCATI - Vincenzo Vivarini per la sfida contro i romagnoli ne convoca 22, incluso il rientrante Marco Pinato: Pinsoglio, Grandi, Bortolameotti, Bandinelli, Brosco, Bruscagin, Buonaiuto, Corvia, Coppolaro, Dellafiore, De Giorgio, De Vitis, Di Matteo, Garcia Tena, Insigne, Jordan, Mariga, Maciucca, Negro, Nica, Pinato, Regolanti, Rolando, Rocca, Varga. Sono invece 21 i convocati da Andrea Camplone per la sfida del Francioni: Agliardi, Agazzi, Bardini, Perticone, Rigione, Donkor, Falasco, Capelli, Ligi, Setola, Renzetti, Laribi, Crimi, Schiavone, Kone, Vitale, Garritano, Ciano, Cocco, Panico, Di Roberto.

VIVARINI: "SERVE CONTINUITA'" - Vivarini ha presentato la sfida al Cesena nella conferenza stampa della vigilia, queste le parole integrali riportate dal sito del Latina Calcio:

Camplone ha detto che per loro è una finale che devono vincere assolutamente: siamo nelle stesse condizioni?
“Mi fa piacere, non sono scaramantico ma aveva detto la stessa cosa Gautieri e speriamo ci porti bene. È un’altra partita di importanza molto alta, come d’altronde ce ne sono tante in questo campionato. Sono molte le squadre che sono impegnate nella lotta salvezza, quindi sono partite che a me piacciono tanto poiché devi lavorare poco sotto l’aspetto mentale perché si caricano da sole. Dobbiamo essere bravi, perché trovi squadre che danno tutto in mezzo al campo e dobbiamo essere pronti soprattutto sotto questo aspetto”

È così sicuro che Insigne torni titolare?
“Sono molto contento che non abbiamo defezioni. A parte Pinato che sto aspettando con tutta la speranza possibile per riaverlo nella massima condizione. È un giocatore che a mio avviso ci può dare tanto, tant’è vero che l’ho convocato per tenerlo insieme alla squadra. Per il resto quando si ha tutta la rosa a disposizione è molto importante. Ho delle alternative valide, questo è un campionato che ha dimostrato che i cambi possono fare la differenza per il risultato finale. Avere dei cambi importanti ci fa ben sperare”

Quanto è cambiato il Cesena rispetto all’andata?
“Molto, è totalmente diverso. Ha cambiato modulo e ha mantenuto degli ottimi giocatori. In questo momento ha più consapevolezza tattica in mezzo al campo. Camplone ha fatto un ottimo lavoro, è una squadra quadrata, attenta alla fase difensiva e riesce a sviluppare gioco con facilità perché ha giocatori tecnici e di gamba. È una partita molto difficile, ma come sempre abbiamo soluzioni che possono mettere in difficoltà i nostri avversari”

C’è la possibilità di far riposare qualcuno?
“Ho guardato la squadra e sentito gli umori, sono stato a guardare se a livello atletico e fisico ci fosse qualche affaticamento. Lo sguardo dei giocatori era quello giusto, sono vogliosi di scendere in campo”

Rocca può essere il nuovo acquisto del Latina?
“In questo momento ha una condizione atletica molto alta. Spero che riesca a mantenere questa forma fino alla fine. Sicuramente ha bisogno di essere in grande condizione, perché fa della corsa e dell’esuberanza le sue migliori qualità. In questo momento ne avevamo bisogno, speriamo che ci dia delle ottime prestazioni”

Quanta energia infonde la vittoria di Terni?
“Molta perché venivamo da quattro sconfitte che potevano incidere sulle nostre sicurezze. Siamo rimasti abbastanza concentrati sulle cose da fare in campo e non c’è stato scoramento nella testa dei giocatori. Una vittoria di questo tipo ci ridà vigore e verve per cercare di migliorare le prestazioni. Come dico sempre possiamo fare molto meglio di quanto stiamo facendo, dipende dalla nostra esuberanza e dalla convinzione. Bisogna dare seguito e continuità ai risultati”.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Latina, parola al campo. Stasera sfida al Novara

Fondamentale sfida al Francioni tra Latina e Novara. Nerazzurri alla ricerca dei tre punti perduti, ora non si può più sbagliare. In difesa torna Garcia Tena, Jordan subito in panchina. Diretta televisiva su Sky Calcio 2 HD, radiocronaca live su Radio Latina 98.3 MHz.

Messo da parte (almeno per oggi) il discorso fallimento, è arrivato il momento di tornare a parlare di calcio giocato. Per la ventiseiesima giornata del campionato di Serie B il Latina ospiterà questa sera al Francioni il Novara, formazione in corsa per la zona playoff. I piemontesi allenati dall’ex Trapani Roberto Boscaglia hanno raccolto fino ad oggi 31 punti in classifica, stazionando in 12a posizione. Il Latina, dopo le tre sconfitte consecutive patite contro Spezia, Frosinone e Benevento, occupa al momento la 19a posizione con 26 punti raccolti, in piena zona playout. Risulterà fondamentale conquistare i tre punti in palio nella gara d’anticipo del 26° turno, complice anche la quasi sicura penalizzazione in classifica di almeno due punti che arriverà dopo il mancato pagamento degli stipendi ai tesserati. Fischio d’inizio alle 20.30, dirigerà la gara il fiesolano Niccolò Baroni.

NOVARA MAI VITTORIOSO AL FRANCIONI - Nelle precedenti ed uniche tre sfide al Francioni tra Latina e Novara, i gaudenziani non hanno mai vinto; il Latina, tra una gara di Tim Cup e due di Serie B, ha racimolato due vittorie e un pareggio nei novanta minuti regolamentari, andando sempre in gol. Sono ben sei le marcature nerazzurre, due quelle piemontesi.

VIVARINI: "PENSIAMO SOLO AL CAMPO" - Ieri mattina, nella sala stampa del Francioni, Vincenzo Vivarini ha presentato Latina-Novara: "Il Novara è una squadra forte, si basa molto su Sansone e Galabinov ed è solida in difesa. Possiamo sorprenderla perché troveremo un modulo speculare al nostro, ma abbiamo diverse armi che loro possono soffrire. Cercheremo di limitare i loro attaccanti. Sia io che i giocatori lotteremo con tanta rabbia per dare il meglio in campo per onorare i tifosi che ci sono stati sempre vicini. Sono persone che davvero ci tengono a questa squadra, mi aspetto che possano venire a darci una mano allo stadio". E sul delicato momento che sta attraversando la società Vivarini precisa: "Stiamo provando ad isolarci da quello che accade all’esterno, proviamo a pensare solo al campo e abbiamo preparato la partita contro il Novara che è una squadra molto forte. Io mi baso sempre sulla grande forza del mio gruppo, abbiamo dei ragazzi molto seri che lotteranno per Latina e per questa maglia. Anche io lotterò con tutte le mie forze per onorare i tifosi e la città. Io riesco a mascherare poco il mio stato d’animo, nel calcio ci vuole esuberanza ed esaltazione e in questo momento qui è difficile nascondere ciò che stiamo vivendo". Alcuni ragazzi della rosa hanno dovuto affrontare alcuni problemi fisici: "Bandinelli ha preso una botta, Insigne ha avuto un problemino alla schiena, De Vitis ha avuto un affaticamento all’adduttore ma si sono allenati tutti e hanno tutti voglia di andare in campo. In settimana abbiamo lavorato per fare bene la fase di possesso palla. A Benevento dovevamo lavorare meglio su questa fase, anche se di fronte avevamo la squadra più in forma del campionato che ci ha superato". Il mancato pagamento degli emolumenti ai calciatori costerà al Latina Calcio almeno 2 punti di penalizzazione, in questo momento la salvezza sembra sempre più lontana: "Io ci credo tantissimo, penso al girone d’andata e mi vengono in mente partite come Ferrara, Perugia e Ascoli, dove meritavamo molto di più. Sono poche le squadre che ci hanno messo in difficoltà, il Benevento lo ha fatto ma è in un momento straordinario e ci poteva stare. Col Novara all’andata pareggiamo con l’uomo in meno. Ora abbiamo superato la fase più difficile del calendario e abbiamo fatto anche più punti del girone d’andata, ora inizia il nostro campionato".

QUI LATINA, C’È ANCHE JORDAN - Prima convocazione per il nuovo arrivato Marko Jordan. Il croato siederà in panchina e potrebbe calpestare il prato del Francioni solo a partita in corso. Nella lista dei ventitré convocati da Vivarini riappare il nome di Garcia Tena, al rientro dalla squalifica. Prima convocazione per l’estremo difensore della Primavera Andrea Bortolameotti. Unico indisponibile il solito Pinato: l’esterno ha ripreso a lavorare con il gruppo a quattro mesi dall'operazione al ginocchio.

QUI NOVARA, CALDERONI E MANTOVANI FERMI AI BOX - Non scenderanno in campo l’ex nerazzurro Marco Calderoni e il difensore Andrea Mantovani: saranno sostituiti molto probabilmente da Lancini e Di Mariano. Intanto, nel tardo pomeriggio di ieri, il Novara ha ufficializzato l’arrivo di Andrea Orlandi, centrocampista classe 1984. Il nuovo arrivato non parteciperà alla spedizione in terra pontina.

SERIE B, IL PROGRAMMA DEL 26° TURNO: BIG MATCH TRA VERONA E SPAL -

Stasera (20.30):

Latina - Novara

Domani (15.00):

Bari - Ternana

Carpi - Brescia

Cittadella - Avellino

Perugia - Virtus Entella

Pro Vercelli - Benevento

Salernitana - Cesena

Spezia - Trapani

Vicenza - Ascoli

Domenica (15.00):

Pisa - Frosinone

Lunedì (20.30):

Hellas Verona - Spal.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Il Latina cerca la svolta a Benevento. Mancini: "Continuiamo per la nostra strada"

Latina alla ricerca dell'impresa contro il Benevento, out Garcia Tena, Mariga e Bruscagin. Diretta tv su Sky Calcio 3 HD, radiocronaca live sui 98.3 MHz di Radio Latina.

Archiviata la cocente delusione dopo la sconfitta subita nel derby contro il Frosinone, il Latina è pronto a ripartire in trasferta contro il Benevento. Squadra matricola rivelazione del campionato, il Benevento occupa al momento la quarta posizione in classifica con 40 punti raccolti, in piena corsa per la promozione in Serie A. Il Latina è alla ricerca di importanti punti salvezza; la squadra di Vivarini, reduce da due sconfitte consecutive, non vince in campionato dal 21 gennaio quando al Francioni grazie ai gol di Brosco e Boakye, sconfisse la capolista Verona. Dirige il match il sig. Pezzuto di Lecce.

BUNKER BENEVENTO - Il Latina sfiderà al Vigorito una squadra che non subisce gol in casa da ben 344’. L’ultimo gol incassato risale al 5 dicembre scorso, quando Djuric del Cesena violò la porta del Benevento nel 2-1 finale. Un record invidiabile rafforzato da un’altra encomiabile statistica: i giallorossi non perdono in casa, nelle sole gare di campionato, da oltre due anni!

PRECEDENTI, BENEVENTO AVANTI - Latina e Benevento, tra Serie C, Coppa Italia e Serie B, si sono incontrate in 22 occasioni. Stregoni avanti nelle vittorie, ben 10. I nerazzurri l’hanno spuntata solo 5 volte, 7 invece i pareggi.

VIVARINI: “DERBY ALLE SPALLE, BISOGNA FARE PUNTI” - Intervenuto nella conferenza stampa della vigilia, il tecnico del Latina Vincenzo Vivarini analizza la sfida di Benevento: “Incontriamo una squadra che sta facendo molto bene sotto l’aspetto del gioco e dell’organizzazione tattica - riporta il sito ufficiale del Latina - inoltre ha delle individualità che in questo campionato si stanno mettendo in grande evidenza, soprattutto Falco e Ciciretti. Dovremo fare grande attenzione e cercare in tutti i modi di limitare questi calciatori. Hanno un gioco molto ben definito con ripartenze brucianti, quindi c’è bisogno di grande attenzione e spirito di squadra. Dovremo essere bravi a giocare di squadra, se riusciamo in questo avremo delle buonissime chance perché anche noi stiamo crescendo soprattutto nel reparto avanzato. È un qualcosa che cerchiamo da tempo, in settimana ho visto delle belle cose e spero di vederle anche in campo sabato”. Il tecnico nerazzurro, viste le defezioni nel reparto difensivo, valuta cambiamenti: “Abbiamo un cambio forzato determinato dalla squalifica di Garcia Tena. Abbiamo avuto dei problemi da valutare, bisogna vedere Mariga come sta col ginocchio e Bruscagin come supererà stato febbrile accusato stanotte. La squadra sta molto bene a livello fisico, a livello mentale si poteva star meglio, ma non mi posso lamentare perché soprattutto chi è entrato col Frosinone ha fatto veramente vedere di essere all’altezza della situazione. Se ci sono da fare dei cambi li faccio con la massima tranquillità, anche chi non è entrato sabato scorso mi ha fatto vedere buone cose. Ad esempio Rolando sta abbastanza bene come gamba, Rocca sta benissimo e di soluzioni ne abbiamo”. Vivarini conclude l’incontro con i giornalisti parlando della sconfitta subita nel derby: “Anche io sono molto dispiaciuto per questa partita, potevamo benissimo pareggiarla con un pizzico di fortuna in più. Devi metterlo alle spalle, la squadra ha perso un po’ di entusiasmo ma sappiamo che questo è un campionato in cui bisogna lottare partita per partita. Adesso c’è bisogno di fare punti - conclude Vivarini - durante la settimana non si è detto altro di essere più bravi di quanto lo siamo stati sabato scorso”.

MANCINI: “CONTINUIAMO PER LA NOSTRA STRADA” - Non solo Vivarini, in sala stampa era presente anche il nuovo Presidente Benedetto Mancini, succeduto al dimissionario Angelo Ferullo. Vi riproponiamo l’intervento integrale del neo Presidente nerazzurro: “C’era la necessità di trovare una più facile linea decisionale per i prossimi eventi che accadranno e gli impegni societari – ha dichiarato Mancini – I nostri legali hanno ritenuto più opportuno trasformare il Consiglio di Amministrazione in amministratore unico, per evitare buchi e vuoti decisionali in momenti che potrebbero contemplare una decisione immediata. In quel momento abbiamo fatto le dimissioni di tutto il CdA, ovvero io, il presidente Ferullo e Regina Wainstein. In assemblea si è votato all’unanimità che il nuovo presidente fossi io, mi hanno chiesto loro di farlo e ho accettato. La decisione è stata presa in 10 secondi, c’è da lavorare e andare avanti su quanto detto finora. La strada è importante, ci difendiamo su una cosa che non ci riguarda e riguarda la vecchia gestione. Porteremo nelle dovute sede i numeri del Latina e quanto di buono fatto. Grazie a tutta la struttura tecnica organizzativa, da Lucchesi a Facci a Francavilla, tutti hanno partecipato a questo mese. Io l’ho vissuto insieme a Ferullo negli incontri a Milano e posso garantirvi che convincere l’ambiente calcio che il Latina stava cambiando pagina non è stato semplice. In ogni incontro fatto non è mai stato accennato minimamente alla vecchia gestione, non ci interessa quello che ha fatto. I bilanci sono pubblici e sono aggravati dall’istanza, ma la strada è la stessa e stiamo percorrendola con tanta volontà e credendoci, altrimenti l’avremmo interrotta prima perché avevamo tutte le possibilità nel momento dell’istanza fallimentare, ma non l’abbiamo fatto. Crediamo in quello che stiamo facendo e continueremo a farlo per tutelare questo patrimonio. Sta a noi, demandati in questo momento a farlo, riuscirci. Non abbiamo mai pensato di scappare e di fare cose strane, ma solo di difendere l’Us Latina Calcio. Ci tengo ad evitare illazioni, perché Ferullo è ancora qui e non è scappato, ieri è stato tutto il giorno qui e oggi anche. Non è un cambiamento determinato da una negligenza o da chissà cosa. L’unica motivazione di questo cambio è dettata dal fatto che è stata vista in me la figura demandata a rappresentare il Latina nelle sedi. Lo faccio con volontà e abnegazione, continuiamo sullo stesso identico lavoro, cercando di portare a termine il lavoro prefissato a dicembre con una salvezza tranquilla. Il giocatore che stiamo prendendo contribuirà a questo, poi programmeremo la prossima stagione con gli obiettivi. Ci sono tante cose da sistemare, tante sfaccettature nella riorganizzazione di una società professionistica. Ho chiesto collaborazione, è importante che questo momento si viva insieme a media e tifosi. Da parte nostra c’è sempre stata chiarezza, ho sempre detto la verità e continueremo a fare la stessa cosa“.

QUI BENEVENTO, QUATTRO INDISPONIBILI - Marco Baroni dovrà fare a meno dello squalificato Cissè, al suo posto in attacco probabile impiego per Pajac. De Falco, Eramo e Padella fuori per infortunio.

QUI LATINA, MARIGA IN DUBBIO. BRUSCAGIN OUT - Vincenzo Vivarini ritrova Dellafiore in difesa. Per un difensore che rientra dalla squalifica, un altro non potrà scendere in campo: al Vigorito non si vedrà Garcia Tena, ammonito nel derby di sabato scorso. Anche se convocato non prenderà parte al match neanche Bruscagin, alle prese con l’influenza. Ballottaggio a centrocampo: De Vitis favorito per una maglia da titolare sull'acciaccato Mariga.

SERIE B, IL PROGRAMMA DEL 25° TURNO - 

Stasera (ore 20.30):

Vicenza - Salernitana

Domani (ore 15.00):

Ascoli - Trapani

Avellino - Hellas Verona

Benevento - Latina

Brescia - Pisa

Cesena - Bari

Frosinone - Carpi

Novara - Cittadella

Pro Vercelli - Spezia

Virtus Entella - Spal (ore 18.00)

Domenica (ore 15.00):

Ternana - Perugia.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Finalmente derby! Latina in cerca di gloria contro i "cugini" del Frosinone

Domani al Francioni (ore 15.00) andrà in scena la partita più attesa dai tifosi, il derby Latina - Frosinone. Arbitra il sig. Manganiello di Pinerolo. Diretta tv su Sky Calcio 3 HD, radiocronaca live su Radio Latina 98.3 MHz.

Ci siamo, domani alle 15.00 il Latina ospiterà il Frosinone nell'attesissimo derby di ritorno. All’andata i canarini si aggiudicarono il match con il risultato finale di 2-1 grazie alla doppietta messa a segno da Dionisi, gol pontino siglato dall’ormai ex Acosty. Al Francioni i tifosi nerazzurri troveranno una squadra rivoluzionata dalla sessione di calciomercato invernale: ben 9 calciatori hanno salutato il capoluogo pontino, atleti che fino alla scorsa settimana avevano assicurato al Latina il 46,2% dei gol finora messi a segno in campionato (12 su 26 totali). Domani inizierà un nuovo campionato, con i nuovi innesti pronti a dare un valido contributo alle ambizioni di salvezza del club nerazzurro.

SOLO UNA VITTORIA PONTINA NEGLI ULTIMI 7 DERBY - Nonostante il bilancio di 19 sfide totali a proprio favore, il Latina tra le mura amiche ha battuto solo una volta il Frosinone nelle 7 precedenti sfide: era il lontano 11 marzo 2011 quando i nerazzurri schiantarono i cugini 2-0 nel derby di Prima Divisione Lega Pro. Negli altri 6 confronti si registrano 4 pareggi e 2 vittorie del Frosinone.

BOTTEGHINI APERTI FINO ALLE 12.00 - Ancora pochi biglietti a disposizione dei ritardatari, ma attenzione: i ticket del derby saranno in vendita fino a mezzogiorno ai botteghini dello stadio Francioni; nello stesso orario apriranno anche i cancelli dell’impianto sportivo del capoluogo. Intanto le questure di Latina e Frosinone hanno intensificato le misure di sicurezza: al Francioni saranno presenti centinaia di agenti e il blocco del traffico nella zona rossa intorno all’impianto sarà operativo dalle ore 11.00. È previsto per le 13.00 l’ingresso della tifoseria ciociara nello stadio. 

VIVARINI: “LOTTEREMO FINO ALLA FINE” - Nonostante le tante illustri cessioni Vincenzo Vivarini si dichiara concentrato sulla partita più importante dell'anno: “Siamo abituati e vaccinati alle difficoltà che abbiamo giornalmente - ha dichiarato il tecnico nerazzurro in conferenza - siamo concentrati esclusivamente sulla partita, sentita dai nostri tifosi che ringrazio pubblicamente perché stamattina ci sono stati vicini e ci hanno incoraggiato. Il loro affetto è molto importante, ci teniamo che città e tifosi si attacchino ancora di più alla squadra. Ci sono venuti a trovare dimostrandoci stima e fiducia, è una cosa positiva. Sarà una partita difficile, incontriamo una squadra di blasone e con individualità molto alte. Abbiamo le nostre armi, loro sono stati bravi finora. Speriamo di riuscire a farci valere. Una cosa è sicura: lotteremo fino alla fine”. Il tecnico di Ari, a differenza di Marino, ha avuto a disposizione solo tre giorni per preparare il derby: “Ormai siamo abituati a mille problemi - si legge sul sito del Latina - loro hanno avuto giorni in più per prepararla e ci va a danneggiare. Facciamo di necessità virtù, abbiamo cercato di recuperare le forze dopo una partita strepitosa fatta a La Spezia. Abbiamo speso tantissimo spingendo tantissimo sull’acceleratore, il primo obiettivo è stato quello di recuperare le forze. C’è stato da lavorare su alcuni accorgimenti in merito ad attitudini e qualità del Frosinone. C’è voglia di lottare, corsa, ritmo e idee chiare su cosa fare in campo. Spero che gli episodi ci aiutino”. Inevitabile la domanda sul calciomercato: “La prima cosa che voglio dire è che i giocatori che sono rimasti non hanno chiesto di andar via. Ci tengo a precisarlo, sono a contatto quotidianamente con loro. Ci siamo compattati, abbiamo preso a cuore tifosi e città e io ho preso a cuore quelli che stanno qui a Latina, perché sono giocatori eccezionali. Mi fa piacere che siano stati richiesti, significa che qualcosa di buono lo abbiamo fatto e che gli altri si sono accorti delle individualità. La squadra è totalmente proiettata al raggiungimento della salvezza in un campionato equilibrato e difficile. Siamo tutti a pochi punti di distanza, chiedo aiuto da parte di tutti. La squadra è a posto, i giocatori sono concentrati e determinati per ottenere il meglio del campo. L’obiettivo è difficile - conclude Vivarini - dobbiamo essere bravi e uniti per centrarlo”. 

QUI LATINA, ASSENTE DELLAFIORE - Non scenderà in campo nell’attesissimo derby Paolo Hernan Dellafiore; il difensore pontino, dopo il giallo ricevuto a La Spezia e la conseguente squalifica, seguirà i compagni dalla tribuna. Al suo posto previsto l’arretramento di Bruscagin. Nella lista dei 22 convocati da Vivarini spiccano i nomi delle new entry Buonaiuto, De Giorgio e Negro. 

QUI FROSINONE, ZAPPINO TITOLARE? - È sicuramente il giocatore più detestato dai tifosi pontini. Parliamo di Massimo Zappino, probabile titolare al posto dello squalificato Bardi. Oltre al portiere, Marino dovrà fare a meno anche di Pryyma. 22 i convocati, inclusi i neo-acquisti Cojocaru, Fiamozzi, Krajnc, Terranova, Besea, Maiello e Mokulu.

LE ALTRE DI B - Non solo derby, la 24a giornata del campionato cadetto regala altre sfide interessanti, in primis il match di alta classifica tra Verona e Benevento.

Stasera (ore 20.30):

Hellas Verona - Benevento

 

Domani (ore 15.00):

Cittadella - Pro Vercelli

Latina - Frosinone

Perugia - Brescia

Pisa - Virtus Entella

Salernitana - Novara

Spal - Ascoli

Spezia - Ternana

Bari - Vicenza (ore 18.00)

 

Domenica (ore 12.30):

Carpi - Cesena

 

Lunedì (ore 20.30):

Trapani - Avellino

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Latina alla Spezia per continuare a stupire. Intanto il mercato…

Nella seconda giornata di ritorno del campionato di Serie B il Latina fa visita allo Spezia nel posticipo serale del lunedì. Obbiettivo: continuare la striscia positiva di risultati. Diretta tv su Sky Supercalcio HD e Sky Calcio 1 HD, radiocronaca live sui 98.3 MHz di Radio Latina. 

Dopo la convincente vittoria casalinga contro il Verona il Latina vuole continuare a stupire. La squadra allenata da Vincenzo Vivarini sarà ospite dello Spezia di Mimmo Di Carlo nel posticipo serale di lunedì (20.30) valido per la 23a giornata del campionato cadetto. Vivarini, orfano di Max Acosty ceduto in settimana al Crotone, ne convoca 21. Unico indisponibile è il lungodegente Marco Pinato. Dirige l’incontro il sig. Marco Serra di Torino.

SPEZIA A SECCO DI GOL, LATINA DA RECORD - Al Picco i nerazzurri avranno a che fare con un avversario che, esclusa la gara di Coppa Italia contro il Napoli, non segna da ben 288 minuti; l’ultima segnatura in Serie B risale al 17 dicembre scorso quando gli aquilotti bianconeri, grazie al gol siglato da Granoche al 72’, sconfissero in casa il Perugia con il risultato finale fissato sul 2-1. Mentre lo Spezia è ancora alla ricerca del gol perduto, il Latina può vantare un significativo ed importante record stagionale: non perde da 10 turni. L’ultimo k.o. nerazzurro risale al 29 ottobre scorso, 1-2 a Cittadella. Meno incoraggiante il dato statistico relativo ai precedenti tra le due squadre: in 9 confronti totali, uno di Lega Pro e otto di Serie B, il Latina ha raccolto una sola vittoria, quattro pareggi e quattro sconfitte. Ma domani per sarà un’altra partita, perché il ricorrente numero quattro, oggi, è riferito alle sconfitte subite nell’attuale stagione (squadra meno battuta).

VIVARINI: “AL PICCO GARA DIFFICILE” - “È stata una settimana un po’ travagliata”. Esordisce così, nella conferenza stampa alla vigilia della sfida contro lo Spezia, il tecnico nerazzurro Vincenzo Vivarini. Il riferimento va alla finestra di calciomercato ancora aperta e ai fatti di cronaca giudiziaria che hanno interessato la società del capoluogo pontino: “Il mercato ha sicuramente tenuto banco ma abbiamo cercato di concentrarci sul campo e sullo Spezia. Non possiamo permetterci distrazioni: è un momento particolare per noi, speriamo che finisca presto e che si torni a pensare esclusivamente al campo”. Vivarini, nonostante il brutto periodo che sta attraversando lo Spezia, non si fida del sodalizio ligure: “Ci attende una gara sicuramente difficile – riporta il sito ufficiale del Latina – lo Spezia è una squadra molto ben attrezzata che non è riuscita, finora, a marciare secondo le aspettative. È incappata in alcuni risultati negativi che ne hanno complicato la classifica, ma come parco calciatori e identità di gioco è una delle formazioni migliori del campionato. Per noi è stata una settimana particolare: dopo la vittoria contro il Verona, il mercato ha sicuramente tenuto banco ma abbiamo cercato di concentrarci sul campo e sullo Spezia”. Il derby contro il Frosinone si avvicina, e in attesa del confronto contro i liguri l’allenatore di Ari lancia una stoccata a Pasquale Marino, trainer dei ciociari: “Marino ha detto che verranno qui a vincere e allora vorrà dire che noi li aspetteremo per perdere. So quanto sia importante per Latina quella partita, dovremo dimostrare in campo quello che sappiamo fare. Riposeremo meno giorni del Frosinone, noi non avremo mai lo stesso trattamento riservato a loro”.

QUI SPEZIA - RESA NENÈ - Nella lista dei ventitre convocati da Di Carlo spicca l’assenza di Nenè; l’attaccante brasiliano, fuori per infortunio, si accomoderà in tribuna. Fuori dai giochi anche Piu. Rientro per Sciaudone e Piccolo, prima convocazione per le new entry Djokovic e Fabbrini.

QUI LATINA - DELLAFIORE FA 100 - Gara numero 100 con la maglia del “leone alato” per Dellafiore, che ha esordito con il Latina il 17 agosto 2014 in Coppa Italia (Latina-Novara 1-1). Oltre al difensore 31enne Vivarini ne convoca 20. Tutti disponibili ad esclusione di Pinato, ancora alle prese con il lungo infortunio al crociato e al collaterale esterno occorso nella gara dello scorso settembre contro la Ternana.

INTANTO IL MERCATO… - Ultime ore di calciomercato per le squadre italiane che potranno depositare i nuovi contratti in Lega fino alle 23.00 del prossimo martedì. Il Latina non resta a guardare e il nuovo d.t. Fabrizio Lucchesi, dopo gli arrivi in settimana del difensore Rausa dal Carpi e del portiere Grandi dal Cesena, è pronto a sferrare gli ultimi importanti colpi. È praticamente fatta per l’arrivo di Saša Živec, attualmente in forza al Pec Zwolle. Come riporta il sito gianlucadimarzio.com, il centrocampista sloveno classe 1991 firmerà domani coi nerazzurri direttamente a La Spezia, dove siederà in tribuna per assistere alla gara dei suoi futuri nuovi compagni. Il centrocampo non sarà l’unico reparto che vedrà l’arrivo di nuovi componenti; è infatti previsto l’approdo di nuovo attaccante, molto probabilmente Rivaldo Ferreira Junior “Rivaldinho”, figlio dell’ex Pallone d’Oro di Barcellona e Milan. A lanciare l’indiscrezione è Sky Sport. Intanto, dopo le cessioni di Acosty (Crotone) e Tonti (Mantova), sta per abbandonare la truppa nerazzurra anche Richmond Boakye: l’attaccante ghanese è a un passo dalla Stella Rossa di Belgrado, un’operazione che, se confermata, alleggerirebbe di non poco le casse nerazzurre.

LE ALTRE DI B - L’HELLAS TORNA IN TESTA, IL TRAPANI VINCE ANCORA - Questo pomeriggio si sono giocate le altre gare del 23° turno di Serie B. Il Verona torna al comando del campionato battendo 2-0 in casa la Salernitana. Tre punti anche per Frosinone, Benevento, Ternana e Trapani. 

Venerdì:

Frosinone - Brescia 1-0

Oggi:

Avellino - Virtus Entella 2-2

Bari - Perugia 0-0

Benevento - Carpi 3-0

Cesena - Ascoli 2-2

Novata - Pisa 1-1

Pro Vercelli - Trapani 1-3

Ternana - Cittadella 1-0

Vicenza - Spal 1-1

Hellas Verona - Salernitana 2-0

Domani (20.30):

Spezia - Latina

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Serie B, finalmente si torna in campo! Il Latina ospita l'Hellas Verona del capocannoniere Pazzini

Il Latina torna in campo dopo la pausa invernale, al Francioni arriva la capolista Verona. Vivarini convoca tutti, Pazzini sorvegliato speciale. Diretta televisiva su Sky Calcio 1 HD, su Radio Latina 98.3 MHz la radiocronaca integrale.

Dopo 22 giorni di sosta il Latina è pronto a tornare in campo per la prima giornata del girone di ritorno del campionato cadetto. I nerazzurri ospiteranno al Francioni l'Hellas Verona, capolista del campionato guidata dall'ex tecnico Fabio Pecchia. Durante l'attuale sessione di calciomercato il Latina, per il momento, non ha attuato grandi cambiamenti: al Francioni non si vedranno più le facce di Amadio, Moretti e Paponi, Insigne unica new entry. Il Verona vuole riprendere la sua corsa verso la Serie A, ma di fronte a sé troverà una squadra che non perde dal 29 ottobre. Unico squalificato tra le file delle due squadre è lo scaligero Marco Fossati, altro ex nerazzurro. In diffida c'è Dellafiore per il Latina, Bianchetti e Romulo per gli ospiti. Arbitra il confronto il sig. Eugenio Abbattista della sezione di Molfetta: con lui i nerazzurri hanno collezionato una vittoria, sei pareggi e tre sconfitte.

VIVARINI: "VERONA SQUADRA PIU' FORTE" - Queste, nella conferenza stampa della vigilia, le parole di mister Vincenzo Vivarini: "È una partita particolare - si legge sul sito del Latina Calcio - Arriviamo dalla sosta con molte incognite, come se fosse la prima giornata. Non sappiamo loro in che condizione siano e noi se sapremo ritirar fuori le prestazioni giuste. La sfida contro gli scaligeri ci dà molte motivazioni, incontriamo la squadra più forte con tanti grandi giocatori. Il gap si colma riuscendo ad essere aggressivi e corti come squadra. Spero che nel girone di ritorno i crediti che abbiamo possiamo riscuoterli. Nel girone d’andata abbiamo perso con le prime quattro e ce la siamo giocata alla pari con le altre, meritando a volte più di quanto raccolto. La squadra è competitiva, speriamo di ripartire subito bene". La sessione invernale del calciomercato non è ancora terminata, e l'allenatore del Latina potrebbe perdere giocatori insostituibili: "Le altre società hanno visto in maniera positiva il Latina all’opera, questo mi dà una grossa soddisfazione perché significa che qualcosa di buono lo si è fatto in campo. Ho a cuore il nostro campionato, è importante che il mercato chiuda il prima possibile e che tutti insieme ci ributtiamo a capofitto per raggiungere la salvezza. Quando un giocatore è richiesto ci crea dei problemi. Per me questa è una squadra composta da tutti giocatori validi e all’altezza della situazione. Sicuramente non rinuncio facilmente ad alcuni". Il tecnico abruzzese potrà finalmente fare affidamento su tutti gli uomini della rosa (escluso Pinato, ancora alle prese con un grave infortunio): "Sugli esterni abbiamo quattro o cinque giocatori per due posti. Gilberto è in condizione, Nica l’ha riacquistata, Di Matteo si è ripreso bene dall’infortunio, Bruscagin ha dimostrato di poter far bene e Rolando ha caratteristiche che possono essere molto utili. Davanti abbiamo preso Insigne che già col Fondi ha dimostrato rapidità e qualità tecniche, sono aumentate le difficoltà nello scegliere le soluzioni migliori. Quando le scelte le devi fare sulle condizioni positive - conclude Vivarini - va sempre bene".

QUI LATINA, TUTTI CONVOCATI - Sono 23 i giocatori convocati da Vivarini per la sfida contro l'Hellas, praticamente tutta la squadra ad esclusione del lungodegente Pinato. Il Latina scenderà in campo con il rodato 3-4-3, ballottaggio tra Nica e Gilberto sulla corsia destra del campo. Tanta curiosità per il nuovo inedito reparto offensivo formato da Insigne, Scaglia e Corvia.

QUI HELLAS VERONA, RECUPERATO CARACCIOLO - Pecchia ritrova il difensore Caracciolo, ripresosi da un risentimento muscolare accusato nella sfida contro il Carpi. Non scenderà in campo nemmeno l'ex della gara Fossati, squalificato. Ancora indisponibili Albertazzi, Cherubin e Franco Zuculini. Gli scaligeri dovrebbero schierarsi con il 4-3-3, temibile il reparto offensivo formato da Siligardi, Luppi e il capocannoniere del campionato Pazzini.

SERIE B - IL PROGRAMMA DELLA 1° DI RITORNO -

Domani (ore 15.00):

Brescia - Avellino

Carpi - Vicenza

Cittadella - Bari

Latina - Hellas Verona

Pisa - Ternana

Spal - Benevento

Trapani - Novara

Virtus Entella - Frosinone

Ascoli - Pro Vercelli (rinviata)

Salernitana - Spezia (ore 17.30)

Lunedì (ore 20.30):

Perugia - Cesena.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Il Latina chiude il 2016 con l'Avellino, emergenza esterni per Vivarini

Il Latina del neo presidente Ferullo ospita questa sera (20.30) l'Avellino al Francioni. Emergenza sulle corsie esterne del campo per Vivarini, Corvia non convocato. Diretta tv su Sky Calcio 6 HD, radiocronaca integrale su Radio Latina 98.3 MHz.

Ultima partita dell'anno per il Latina che questa sera ospiterà l'Avellino di Walter Novellino. Sarà anche l'ultima gara del girone d'andata, la prima della nuova gestione portodanzese. Match di vitale importanza per il gruppo guidato da Vincenzo Vivarini, alla ricerca di tre punti fondamentali: l'eventuale vittoria contro gli irpini proietterebbe il Latina a 25 punti, la metà di quelli utili a raggiungere la quota salvezza. Ancora problemi di organico per Vivarini, in piena emergenza sui settori esterni del campo. Arbitra il sig. Rapuano di Rimini.

VIVARINI: "CON L'AVELLINO SCONTRO SALVEZZA" - L'allenatore del Latina Vincenzo Vivarini si appresta a guidare il suo Latina nell'ultima gara del 2016. Il mister pontino ha incontrato insieme alla squadra, prima della rifinitura, la nuova proprietà nerazzurra: "Mercoledì sono passati a salutarci al campo per conoscerci. Oggi (giovedì, ndr), prima della rifinitura, abbiamo avuto un incontro allo stadio per una chiacchierata". E sul difficile periodo, ormai passato, prima dell'arrivo dei nuovi proprietari, Vivarini chiarische: "Da parte nostra, come ho sempre ripetuto nel corso delle settimane, si è cercato di rimanere concentrati sulle cose da fare in campo. Il mio contratto non si cambia durante il mercato, ma nel momento in cui non c’è stabilità i giocatori guardano molto la solidità societaria. Loro guardavano con attenzione gli sviluppi di tutto ciò che ci girava intorno, ma abbiamo sempre avuto una parte della società, rappresentata da Aprile, che ci ha dato tranquillità e permesso di lavorare abbastanza bene. Speriamo che da adesso in poi lo si possa fare meglio". L'eventuale vittoria con gli irpini, proietterebbe il Latina a 25 punti in classifica: "Il nostro girone d’andata si chiude con tanto rammarico per tutte le occasioni perse che abbiamo avuto. Anche Perugia ci ha lasciato l’amaro in bocca, le prestazioni le abbiamo fatte sempre all’altezza della situazione. Ho visto le altre squadre che hanno giocato a Perugia patire tantissimo, noi li abbiamo affrontati con spirito positivo facendo una prestazione su ritmi alti. Il film del girone d’andata è che non siamo stati bravi a far punti in funzione delle prestazioni offerte". Quella di stasera con l'Avellino, viene vista dal mister nerazzurro come una vera e propria sfida salvezza: "Lo abbiamo già detto alla squadra, è una gara di importanza molto alta perché stiamo lì in classifica. Sarebbe opportuno riuscire a vincere la partita". Al Francioni arriverà una squadra molto forte dal punto di vista fisico, notevole in fase offensiva: " Hanno due attaccanti che sanno creare situazioni ed episodi, dobbiamo limitare ciò e non tenerli nella nostra metà campo, perché sanno creare minacce sulle palle inattive. In fase difensiva sono molto solidi, sotto l’aspetto del gioco non abbiamo troppi pensieri ma dobbiamo essere attenti agli episodi".

QUI LATINA - EMERGENZA ESTERNI, CORVIA FERMO AI BOX - Vivarini avrà a che fare con una preoccupante emergenza sulle corsie esterne del campo. Nica non si è allenato in settimana mentre Di Matteo non è al massimo della condizione, senza contare le assenze degli squalificati Gilberto e Bruscagin. Sulla fascia destra dovrebbe posizionarsi Rocca, dall'altra parte spazio a Garcia Tena. In avanti non convocato Corvia, ancora alle prese con il risentimento al flessore.

QUI AVELLINO - FUORI IN TRE - Walter Novellino, che dovrà fare a meno di Asmah e Belloni, schiererà l'Avellino con il classico 4-4-2. Assente anche Camarà, impegnato con la nazionale della Guinea-Bissau in Coppa d'Africa. Attacco "pesante" dei lupi che scenderanno in campo con il tandem Castaldo-Ardemagni.

SERIE B - IL PROGRAMMA DEL 21° TURNO:

Mercoledì (20.30):

Spezia - Vicenza 0-0

Ieri (20.30):

Bari - Spal 1-1

Oggi (20:30):

Salernitana - Perugia (15.00)

Novara - Carpi (17.30)

Benevento - Pisa

Cittadella - Virtus Entella

Hellas Verona - Cesena

Latina - Avellino

Pro Vercelli - Frosinone

Ternana - Ascoli

Trapani - Brescia.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Entra or Registrati

Hai un profilo Facebook?

Usa il tuo account Facebook per entrare in SportLatina.

fb iconEntra con Facebook

ENTRA