SLT | Sport Latina | Us Latina Calcio | Serie B | Top Volley | Latina Basket | Latina Calcio a 5 & more...

A+ A A-

Latina penalizzato di 5 punti: nerazzurri retrocessi aritmeticamente in Lega Pro

Nerazzurri penalizzati di 5 punti dal TFN a seguito del deferimento per violazioni Co.Vi.Soc: la retrocessione in Lega Pro è realtà.

Il Latina Calcio saluta la Serie B dopo quattro stagioni e retrocede in Lega Pro con tre giornate d'anticipo. La retrocessione matematica nell'ex torneo di Serie C arriva dopo la penalizzazione di 5 punti inflitta dal TFN - Sezione Disciplinare alla società del capoluogo pontino. 

"Cinque punti di penalizzazione in classifica al Latina da scontarsi nella stagione sportiva in corso, oltre alla sanzione di euro 1.500,00 per la recidiva: lo ha stabilito il Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare a seguito del deferimento per violazioni CO.VI.SO.C. Inoltre sono stati inflitti undici mesi di inibizione a Benedetto Mancini, all’epoca dei fatti amministratore unico e legale rappresentante della società, sei mesi a Daniela Wainstein, consigliere e legale rappresentante pro-tempore e quattro mesi a Angelo Ferullo, all’epoca dei fatti presidente del consiglio di amministrazione e legale rappresentante pro-tempore.

Per quanto riguarda il procedimento a carico di Luigi Repace, all’epoca dei fatti presidente del C.R. Umbria FIGC-LND e Valerio Branda, all’epoca dei fatti segretario del C.R. Umbria FIGC-LND, il Tribunale Federale, rigettate le eccezioni preliminari, ha accolto parzialmente il deferimento proposto dal Procuratore Federale e, per l'effetto, in parziale ridefinizione delle richieste formulate ha disposto nei confronti di Repace 18 mesi di inibizione ed euro 3.000,00 di ammenda, mentre nei confronti di Branda 3 mesi di inibizione ed euro 300,00 di ammenda.
Infine per quanto riguarda la Reggina sono stati prosciolti dagli addebiti contestati Pasquale Foti e Giuseppe Ranieri, rispettivamente presidente del consiglio di amministrazione e amministratore unico, mentre per il Matera prosciolti Antonio Taccogna all’epoca dei fatti amministratore unico e legale rappresentante pro-tempore della società, e Sergio Leoni, procuratore speciale e legale rappresentante pro-tempore."

L'ammenda inflitta porta i nerazzurri a 30 punti, in ultima posizione. Un gap irrecuperabile che condanna i ragazzi di Vivarini alla Lega Pro.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Rischio penalizzazione per il Latina, tutta colpa di un bonifico arrivato in ritardo...

Il Latina calcio rischia da uno a due punti di penalizzazione in classifica da scontare nel campionato in corso. Il motivo? L'aver pagato gli stipendi dei tesserati del mese di aprile con un giorno di ritardo.

Tutta colpa di un bonifico pervenuto fuori tempo massimo. Il Latina Calcio rischia una penalizzazione in classifica per aver pagato in ritardo di un solo giorno gli stipendi del mese di aprile dei calciatori. Le date imposte dalla lega sono perentorie, ma la società spera di non incappare nella penalizzazione facendo leva sulla buona fede. A spiegare l'intero episodio è il presidente Pasquale Maietta, che questo pomeriggio ha parlato ai giornalisti in una conferenza stampa indetta dalla società: "Domani andremo a discutere un evento verificatosi nel mese di Aprile. Le società di calcio sono soggette ad effettuare pagamenti entro scadenze fissate dalla Lega ad ottobre, dicembre, febbraio, aprile, giugno e settembre. Sono date perentorie - ha dichiarato Maietta - e noi nel marzo del 2016 chiedemmo alla Lega un anticipo per poter porre fine a una diatriba che si portava avanti da qualche mese con il Comune di Latina. C’erano tempi tecnici per poter portare avanti la questione con il commissario Barbato, sfociata nell’istanza di pagamento immediato di 400.000 euro quando fino a poco prima si cercava un concordato attraverso la cessione di un credito che avrebbe permesso un pagamento dilazionato. Abbiamo chiesto un anticipo alla Lega sui pagamenti che ci dovevano nel mese di aprile, abbiamo ottenuto il bonifico e siamo riusciti a saldare quanto dovuto al Comune. Abbiamo, poi, attinto alla Fondazione e ci siamo trovati davanti ad una scadenza con un’unica fonte. Purtroppo quel giorno la Fondazione, trovando nella nostra stessa situazione altre società di calcio, ci diede il bonifico entro le 15.20 del giorno 18, termine ultimo per effettuare i pagamenti. Appena ricevuto ci attivammo per andare in banca, contrariamente al solito visto che è consuetudine farli online dai nostri computer. Cercheremo di far capire che tutti i pagamenti erano stati posti in essere e solo una causa di forza maggiore, ovvero l’arrivo in ritardo di un bonifico, ha fatto arrivare in ritardo il pagamento". La società di Piazzale Prampolini spera di uscire da questa vicenda senza subire alcuna sanzione: "Domani c’è l’udienza presso il Tribunale Federale a Roma - continua il presidente del Latina - se si dovesse concludere con la decisione, la sentenza potrebbe esserci anche domani stesso. Entro certi termini ci sarà modo di fare ricorso, potremo decidere di appellarci agli organi successivi della federazione se negativa, ammesso ci siano i margini per intraprendere l’iniziativa. Faremo ricorso - conclude Maietta - solo dopo aver letto le motivazioni”. 

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Entra or Registrati

Hai un profilo Facebook?

Usa il tuo account Facebook per entrare in SportLatina.

fb iconEntra con Facebook

ENTRA