SLT | Sport Latina | Us Latina Calcio | Serie B | Top Volley | Latina Basket | Latina Calcio a 5 & more...

A+ A A-

Latina, altra rimonta subita: la Spal passa al Francioni 2-1

La capolista del campionato sbanca il Francioni: Latina in vantaggio al 12’ con Corvia, pareggio lampo di Bonifazi al 14’, Antenucci completa la rimonta al 68’.

PRE-PARTITA – La sedicesima giornata di ritorno del campionato di Serie B propone la sfida “testa-coda” del Francioni tra Latina e Spal. Sul manto verde dell’impianto di Piazzale Prampolini scenderà in campo la squadra che ha vinto meno partite, il Latina con 5 vittorie conquistate, e la formazione che ha raccolto più gioie, la Spal con 19 partite vinte. Una sfida agli antipodi sotto tanti aspetti: la formazione dei nerazzurri, nel girone del ritorno, è quella che ha segnato di meno a pari merito con il Carpi, solo 10 i palloni insaccati in rete. 25 sono i gol segnati dalla Spal: solo il risorto Trapani ha fatto meglio, andando in rete per ben 26 volte. Ma il vero problema del Latina, rilevata da pochi giorni all’asta da Benedetto Mancini, è il brusco calo atletico e mentale nelle seconde frazioni di gara. Nei secondi quarantacinque minuti i nerazzurri hanno perso il maggior numero di punti, in confronto al proprio score del 45’, nelle prime 36 giornate: il saldo negativo è di -11 punti. Per una squadra reduce da 4 sconfitte consecutive recuperare 8 punti per riacciuffare la griglia playout resta un  percorso proibitivo, ma Mancini e Vivarini ci credono. Riusciranno a trasmettere lo stesso spirito ai ragazzi? Per tentare l’impresa Vivarini si affida al solito 3-4-3: Pinsoglio confermato tra i pali, Coppolaro, Dellafiore e Garcia Tena in difesa, Bruscagin e Pinato sulle corsie esterne con De Vitis e Bandinelli al centro del campo. In avanti recupera in extremis Corvia, con Insigne e De Giorgio a supporto. Non convocati gli infortunati Regolanti, Brosco, Rocca e Di Matteo. La capolista Spal, guidata da Semplici, proverà a conquistare i tre punti scendendo in campo con il 3-5-2: Cremonesi, Vicari e Bonifazi agiranno alle spalle di Meret, a centrocampo maglia da titolare per Lazzari, l’ex Schiattarella, Arini, Mora e Costa, tandem d’attacco composto da Antenucci e Finotto. Arbitra il confronto Rosario Abisso di Palermo.

PRIMO TEMPO – La gara del Francioni inizia dopo il minuto di raccoglimento in memoria di Michele Scarponi, il ciclista 37enne vincitore del Giro d’Italia 2011 scomparso questa mattina in un tragico incidente stradale. Parte forte la Spal, subito alla ricerca della rete, ma a passare in vantaggio a sorpresa è il Latina: al 12’ Insigne sulla trequarti trova uno spiraglio per servire Corvia alle spalle della difesa ospite, l’attaccante romano non si fa scappare l’occasione e insacca alle spalle di Meret con un delizioso diagonale in corsa. Neanche il tempo di esultare che la Spal riporta subito in parità il risultato al 14’ con Bonifazi. Sugli sviluppi di un corner il difensore ospite trova la rete in spaccata approfittando della solita dormita della retroguardia nerazzurra. Il Latina accusa il colpo e al 18’ Pinsoglio sbaglia un rinvio regalando il pallone a Antenucci che con il destro supera il portiere di casa e manda fuori di un soffio. Al 23’ Insigne ha l’opportunità di riportare in vantaggio il Latina ma, a tu per tu con Meret, si fa ipnotizzare dal portiere estense e fallisce una clamorosa occasione. Al 28’ è ancora Latina, questa volta con De Giorgio che invitato in area da Insigne trova la pronta risposta di Meret su un preciso colpo di testa. E’ un buon Latina quello che si vede in campo, ma al 31’ arriva l’ennesima doccia gelata per Vivarini: Dellafiore, reduce da un infortunio alla spalla, alza bandiera bianca per un risentimento, al suo posto spazio a Nica. Al 45’ Abisso assegna 2’ di recupero e manda le due formazioni al riposo. Bel primo tempo, tante le occasioni da una parte e dall’altra, ai punti avrebbe meritato più il Latina che ha costruito tanto annullando sul campo le differenti posizioni in classifica.

SECONDO TEMPO – Spal più convincente del Latina nei primi 10’ di gioco, ma al 13’ gli estensi restano in 10 uomini: Bonifazi, già ammonito al 4’, interviene fallosamente su Pinato e rientra anzitempo negli spogliatoi. Vivarini punta su forze fresche e al quarto d’ora sostituisce Insigne per Buonaiuto. Il Latina tiene il campo ma, come accade in tutte le seconde frazioni di gara, soffre e al 23’ la Spal passa in vantaggio: Lazzari galoppa sulla destra, arriva sul fondo e crossa per Antenucci che a due passi dalla porta firma la rimonta ferrarese segnando la diciassettesima rete stagionale. Il Latina non ci sta, spinge in avanti ma trova sempre di fronte a sé l’ordinata difesa della Spal a respingere la minaccia, nonostante l’inferiorità numerica. Al 41’ squillo di Buonaiuto che impensierisce Meret con una spaccata dal vertice destro dell’area piccola, nessun problema per il portiere ospite che blocca il pallone con i guantoni. La partita non ha più nulla da dire, per il Latina ora è agonia pura. Agonia prolungata dai 5’ di recupero concessi da Abisso che al 50’ pone fine alle ostilità. Quinta sconfitta consecutiva per il Latina, ormai spacciato: ancora una volta fatale il secondo tempo. Sorride la Spal che, complice la sconfitta del Frosinone a Terni, si avvicina sempre di più alla gloria della Serie A.

LE ALTRE DI B – Frosinone ko a Terni, poker del Cittadella a Carpi. Vittorie anche per Verona, Spezia e Trapani.

Ieri:

Novara - Perugia 0-1 (ore 19.00)

Benevento - Vicenza 0-0 (ore 21.00)

Oggi (ore 15.00):

Ascoli - Brescia 0-0

Avellino - Cesena 1-1

Bari - Hellas Verona 0-2

Ternana - Frosinone 2-0

Pro Vercelli - Salernitana 0-0

Cittadella - Carpi 4-1

Latina - Spal 2-1

Trapani - Pisa 1-0

Spezia - Virtus Entella 2-0

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Corvia salva il Latina: pareggio in rimonta con il Pisa

Manaj apre le marcature al 5' del secondo tempo, Corvia risponde al 35': tra Pisa e Latina finisce 1-1

PRE-PARTITA - Il trentunesimo turno del torneo cadetto mette di fronte Pisa e Latina, due formazioni che coabitano nei bassifondi della classifica: toscani in 17/a posizione con 32 punti raccolti fino a questo momento, pontini in 18/a piazza con 31 punti conquistati. I nerazzurri laziali incontrano all'Arena Garibaldi la formazione meno prolifica del campionato: il Pisa è la squadra di Serie B che vanta l'attacco più sterile, solo 17 le reti segnate. Se in attacco le cose non vanno bene, è la difesa a regalare gioie: i pisani possono fregiarsi del titolo di squadra meno bucata del torneo con solo 20 gol subiti fino ad oggi. Nella formazione proposta da Vivarini si notano tante novità: cambio di modulo con il ritorno al 3-5-2 composto da Pinsoglio in porta, Brosco, Dellafiore e Coppolaro sulla linea difensiva, Rolando, Rocca, De Vitis, Mariga e Bruscagin ad orchestrare il centrocampo, completano la formazione la coppia offensiva formata da Insigne e Buonaiuto. Nessun centravanti naturale per i nerazzurri. Esclusi dall'undici iniziale il difensore Garcia Tena e l'attaccante Corvia. Gennaro Gattuso risponde con il 4-3-1-2: in porta opererà l'ex Ujkani, in difesa spazio a Mannini, Del Fabro, Milanovic e Longhi, centrocampo a tre composto da Angiulli, Di Tacchio e Verna, in avanti maglia da titolare per Manaj e Masucci con Tabanelli a sostegno. Arbitra il confronto il sig. Marinelli di Tivoli.

PRIMO TEMPO - Il primo pallone del match viene toccato dai padroni di casa, ma il primo tiro in porta è di marca pontina: al 4' Buonaiuto intercetta sulla trequarti la sfera e colpisce al volo, nessun problema per Ujkani che blocca a terra il debole tiro del numero 10 nerazzurro. Il Pisa risponde al 8' con Manaj che, ricevuto il pallone in area da Longhi, trova l'efficace muro di Brosco. La prima frazione di gara non offre un grande spettacolo, tanto agonismo in campo ma poche azioni degne di nota. Come quella che avviene al 32': Buonaiuto in progressione fa tutto da solo, e dai 20 metri lascia partire un lento tiro che va a spegnersi sul fondo del campo. Al 39' Brosco va a prendersi un giallo pesantissimo: diffidato, salterà la delicatissima sfida di domenica prossima al Francioni contro la Pro Vercelli. Al 45' Marinelli concede un minuto di recupero che non regala emozioni e pone fine ad un brutto primo tempo dove Pisa e Latina sembrano aver accusato la pressione di questa fondamentale sfida.

SECONDO TEMPO - Il secondo tempo parte con una novità nelle file nerazzurre: fuori Rolando, dentro Corvia. Al 4' minuto Buonaiuto spreca una grande occasione con un destro calciato dalla distanza che va a finire lontano dalla porta. Un minuto più tardi i padroni di casa si portano in vantaggio: Verna apre per Longhi, assist in area raccolto da Manaj che, in anticipo su Bruscagin, castiga Pinsoglio con un tocco sporco di coscia destra. il Latina prova a reagire al 13' con Insigne che, partito dalla corsia destra, rientra sul sinistro e prova la conclusione murata dalla difesa pisana. Al 18' arriva anche la seconda sostituzione per Vivarini che fa entrare in campo De Giorgio per Mariga. Una scelta vincente per il tecnico di Ari che viene premiato dal 33enne di proprietà del Crotone con una prestazione di sostanza. Ed è proprio Di Giorgio a provarci al 20' con un potente mancino murato da Milanovic. Il Latina spinge forte sull'acceleratore cercando la rete del pareggio in tutti i modi, sforzi che vengono premiati al 35' quando Corvia, imboccato in area da un superbo cross di De Giorgio, tutto solo insacca di testa la rete dell'1-1. Gli ultimi dieci minuti di gara vedono un Latina arrembante alla disperata ricerca del gol vittoria: a provarci per primo è Buonaiuto che, servito da De Giorgio, con un potente tiro mancino costringe Ujkani ad un super intervento all'incrocio dei pali. Sessanta secondi dopo Vivarini esaurisce i cambi, sostituendo Buonaiuto per Jordan. Ed è proprio il croato a spaventare l'Arena Garibaldi centrando il palo con un tiro potente, sforzo comunque inutile visto che l'arbitro aveva fermato tutto per fuorigioco. Da segnalare, nei tre minuti di recupero, una conclusione alla lunga distanza di Corvia, alta sopra la traversa. È l'ultimo sussulto di una gara che regala un punto a testa alle due formazioni.

Non poteva che regalare un pareggio la sfida dell'Arena Garibaldi tra Pisa e Latina, due squadre abituate al segno "X", 16 per i padroni di casa e 17 per i pontini. Un punto che non accontenta nessuno, maturato in una gara poco spettacolare per gran parte del tempo. Grande prestazione di De Giorgio, fondamentale con il superlativo cross vincente per la rete del pareggio di Corvia. Il Latina torna a casa con la consapevolezza che nessuna sfida è proibitiva, ma per salvarsi (complice anche la prevista penalizzazione in classifica) sarà fondamentale conquistare l'intera posta in palio, già dal prossimo turno quando al Francioni gli uomini di Vivarini sfideranno la Pro Vercelli nell'ennesimo scontro diretto della stagione.

LE ALTRE DI B - Il Frosinone rialza la testa e schianta 3-0 il Vicenza al Matusa, ancora vittoriosa la Spal che regola in trasferta il Carpi 4-1. Bari travolto a Trapani 4-0, crisi senza fine per il Benevento che nell'anticipo viene sconfitto in trasferta dal Perugia.

Ieri (20.30):

Perugia - Benevento 3-1

Oggi (ore 15.00):

Pisa - Latina 1-1

Ascoli - Cittadella 2-1

Avellino - Novara 1-1

Brescia - Spezia 1-1

Pro Vercelli - Hellas Verona 1-1

Carpi - Spal 1-4

Trapani - Bari 4-0

Frosinone - Vicenza 3-1

Domani (ore 17.30):

Cesena - Ternana

Lunedì (ore 20.30):

Virtus Entella - Salernitana

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Entra or Registrati

Hai un profilo Facebook?

Usa il tuo account Facebook per entrare in SportLatina.

fb iconEntra con Facebook

ENTRA