SLT | Sport Latina | Us Latina Calcio | Serie B | Top Volley | Latina Basket | Latina Calcio a 5 & more...

A+ A A-

Latina raggiunto in extremis dal Brescia: al Rigamonti finisce 1-1

Buona prestazione del già retrocesso Latina al Rigamonti contro il Brescia: Untersee regala un autogol al 65', Caracciolo pareggia al 94' con un capolavoro.

PRE-PARTITA – Nella 40/a giornata del campionato di Serie B il già retrocesso Latina fa visita al Brescia di Gigi Cagni. Nella settimana più difficile della sua gestione, culminata con i 5 punti di penalizzazione alla sua squadra e la matematica retrocessione in Lega Pro, Vivarini manda in campo una squadra offensiva con il tridente Insigne, Corvia e Buonaiuto. Giornata di riposo per Bruscagin che siede in panchina, spazio a Rolando e Pinato sulle corsie esterne. Dall’altra parte c’è il Brescia, che con dieci punti raccolti nelle ultime quattro gare è alla ricerca di una vittoria per chiudere definitivamente il discorso salvezza. Al Rigamonti arbitra Niccolò Baroni della sezione di Firenze.

PRIMO TEMPO – Il match inizia con il primo possesso amministrato dai padroni di casa sotto una fitta pioggia primaverile. Meglio il Latina nei primi minuti di gioco, i nerazzurri si rendono subito pericolosi al 7’ quando Pinato, ricevuta la sfera da Buonaiuto, entra in area e calcia verso il primo palo, determinante la chiusura di Calabresi che in scivolata manda il pallone in corner. Il Brescia prova a rispondere al 10’ con Ferrante che dai 30 metri conclude mandando la sfera in curva. Con il passare dei minuti il ritmo del match cala, ma al 18’ è ancora una volta il Latina a cercare la rete, questa volta con Rolando che servito sul secondo palo da Bandinelli colpisce a botta sicura; provvidenziale il muro della difesa ospite che neutralizza il pericolo. Il primo tiro nello specchio della porta arriva al 20’, quando Bisoli prova un debole tiro dalla distanza bloccato senza tanti patemi da Pinsoglio. La sfida tra i due si ripropone tre minuti più tardi: Coly, dalla corsia sinistra, invita il numero 25 in area che, anticipato Bandinelli, schiaccia di testa in porta verso l’angolo sinistro. Fondamentale l’intervento di Pinsoglio che sventa la minaccia con un miracoloso guizzo. Il Brescia è alla ricerca degli ultimi importanti punti salvezza ma è il Latina ad offrire la miglior prestazione sul piano del gioco. Ed è Corvia al 38’ a sfiorare lo specchio della porta con un destro a giro. Le rondinelle provano a premere sull’acceleratore negli ultimi minuti della prima frazione di gara, prima con Coly, poi con Untersee e Blanchard. Ma la difesa sistemata da Vivarini regge, lodevole è la prestazione dei suoi uomini che hanno tenuto a bada le velleità offensive dei padroni di casa in un primo tempo sostanzialmente equilibrato.

SECONDO TEMPO – Stessi schieramenti del primo tempo per le due squadre in campo. La seconda frazione di gara si apre con un cartellino giallo ai danni di Bisoli dopo un pericoloso intervento in scivolata su Rolando. Anche nel secondo tempo il Latina parte con uno spirito arrembante, all’8’ è Buonaiuto a rendersi pericoloso con un destro a giro leggermente impreciso. Le due formazioni si allungando e le opportunità per le due squadre aumentano, come al 12’ quando Corvia serve Buonaiuto che da ottima posizione colpisce male e consegna il pallone tra le braccia di Minelli. I lombardi sbagliano troppo favorendo le ripartente del Latina che al 20’ passa in vantaggio: Buonaiuto lancia il pallone in area da calcio di punizione dalla corsia destra, Untersee anticipa Dellafiore e realizza un clamoroso autogol con uno spettacolare colpo di tacco. Purtroppo per lui la porta è quella sbagliata. Le rondinelle non ci stanno e sessanta secondi dopo vanno vicino al gol del pareggio con Bisoli che invitato in area da Crociata colpisce in pieno il palo destro con un’inzuccata. Al 24’ Vivarini procede con le prime due sostituzioni facendo uscire dal campo Buonaiuto e Rolando per De Giorgio e Bruscagin. Brescia ancora pericoloso al 29’ con Crociata che, appena dentro l’area di rigore, prova un tiro al volo neutralizzato da Pinsoglio. Ora si assiste ad una bella gara, al 31’ Insigne fallisce il colpo del k.o.: il numero 9 nerazzurro viene favorito da un rimpallo, conquista il pallone e di prima intenzione calcia in porta. Sfortunata conclusione che finisce fuori di poco alla sinistra di Minelli. È la prima di tante occasioni per il Latina che negli ultimi dieci minuti di gara va vicino al 2-0 prima con Pinato che tenta la conclusione da posizione defilata, poi ancora con Insigne che si mangia letteralmente il gol a tu per tu con il portiere di casa. Al 39’ arriva anche l’ultima sostituzione per Vivarini: dentro Maciucca, fuori Pinato. Negli ultimi infuocati minuti di gioco il Brescia si lancia in avanti alla disperata ricerca del gol-pareggio, ma al 45’ Pinsoglio indossa il mantello da supereroe e para in tuffo una mezza rovesciata di Torregrossa. Ormai sembra fatta, ma al 49’ arriva la doccia gelata per gli uomini di Vivarini: Calabresi dal cerchio di centrocampo lancia lungo, Bisoli all’altezza della lunetta fa sponda di testa per Torregrossa che col destro serve Caracciolo appostato in area, l’Airone controlla e con un fantastico mancino a giro insacca sotto l’incrocio sinistro. Un vero peccato per il Latina che vede sfuggire all’ultimo secondo una vittoria esterna che ormai sembrava aggiudicata. Onore ai ragazzi di Vivarini che, nonostante la retrocessione già certificata, hanno lottato e messo in difficoltà una squadra alla ricerca degli ultimi fondamentali punti salvezza.

LE ALTRE DI B – L’Ascoli riprende il Benevento in extremis, al Carpi lo scontro diretto con la Salernitana. Nei bassifondi della classifica la Ternana sbanca Vicenza, in alto volano Frosinone e Verona che mettono a repentaglio la disputa dei playoff. Domani in campo la Spal: se batterà la Pro Vercelli sarà Serie A.

Ieri (ore 20.30):

Perugia - Spezia 0-0

Oggi (ore 15.00):

Ascoli - Benevento 1-1

Avellino - Bari 1-1

Brescia - Latina 1-1

Carpi - Salernitana 2-0

Cesena - Novara 0-1

Virtus Entella - Hellas Verona 1-2

Frosinone - Trapani 1-0 

Vicenza - Ternana 0-1

Domani (ore 17.30):

Spal - Pro Vercelli

Lunedì (ore 20.30):

Pisa - Cittadella

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Pareggite Latina: col Brescia arriva solo un punto. Bisoli e Boakye firmano l’1-1

Quinto pareggio consecutivo del Latina che impatta in casa 1-1 contro il Brescia. Ospiti in vantaggio al 24’ grazie al gol di Bisoli, pareggio nerazzurro firmato Boakye da calcio di rigore.

Allo stadio Francioni, nella diciannovesima giornata del campionato di Serie B, si sfidano Latina e Brescia, le uniche due squadre del torneo, insieme a Benevento e Virtus Entella, ancora imbattute in casa. La formazione guidata da Vincenzo Vivarini è reduce da una striscia di sei risultati utili consecutivi: ultimo il pareggio in extremis firmato Scaglia nella trasferta di Ascoli disputata nel precedente turno della regular season. Il Brescia, guidato dall’ex Milan Christian Brocchi, fino a questo momento ha alternato prestazioni convincenti tra le mura amiche e performance deludenti in trasferta: nelle ultime cinque gare disputate lontano dal Rigamonti le rondinelle non hanno raccolto punti, subendo solo sconfitte.  Vivarini conferma in toto la formazione di Ascoli, eccetto gli innesti di Dellafiore e Mariga, di nuovo disponibili dopo il turno di squalifica, e l’assenza di Corvia, infortunatosi nella fase di riscaldamento; l’ex del match ha accusato un disturbo al ginocchio. Nel 3-4-3 disegnato dal mister nerazzurro trovano spazio Pinsoglio a difesa dei pali,con Brosco, Dellafiore e Garcia Tena posizionati sulla linea di difesa. Nica e Bruscagin si piazzano sulle corsie esterne, insieme al ritorno di Mariga affiancato da Bandinelli al centro del campo. In attacco, a sostegno di Paponi, si rivedono Gilberto e Scaglia. Classico 4-3-2-1 per Christian Brocchi che lascia in panchina Leonardo Morosini: al suo posto, in aiuto di Caracciolo e Bonazzoli, spazio a Dall’Oglio. Porta affidata a Minelli, linea difensiva formata da Untersee, Somma, Calabresi e Coly. A centrocampo trovano spazio Pinzi, Ndoj e Bisoli. Arbitra Riccardo Ros di Pordenone.

PRIMO TEMPO – Nelle prime battute di gioco le due squadre si studiano in mezzo al campo. All’11 il Latina impegna per la prima volta Minelli con Gilberto che, servito da Nica dopo una deliziosa girata in area, calcia un debole tiro con il destro in piena area avversaria: nessun problema per il portiere dei lombardi che blocca in scioltezza la sfera. Nove minuti più tardi la difesa del Brescia si addormenta: Scaglia da calcio di punizione mette in mezzo un pallone intercettato da Brosco che indisturbato cerca il gol con un’inzuccata, mandando il pallone fuori di un soffio. Con il passare dei minuti il Brescia inizia ad aumentare la pressione e al 31’, dopo un errato disimpegno di Dellafiore, Dall’Oglio calcia con il destro dal limite dell’area di rigore: la conclusione del trequartista delle rondinelle viene bloccata a terra senza difficoltà da Pinsoglio. Il primo ammonito tra le file dei pontini è Brosco che al 32’ strattona Bonazzoli. La partita prosegue a ritmi blandi, offrendo poco spettacolo ai 2000 tifosi accorsi al Francioni. L’unico minuto di recupero assegnato dal sig. Ros offre solo un cartellino giallo sventolato dal fischietto di Pordenone ai danni di Gilberto dopo un duro intervento su Ndoj. Al 46’ le due squadre vanno al riposo a reti bianche dopo una prima frazione di gara avara di emozioni e piuttosto soporifera.

SECONDO TEMPO – L’inizio della ripresa vede l’ingresso in campo di Boakye, al rientro dall’infortunio, al posto di un deludente Nica. Il ghanese va a sistemarsi in avanti insieme a Corvia e Scaglia, con Gilberto che retrocede sulla fascia destra. All’11’ arriva la prima vera occasione del match per gli ospiti: Ndoj scappa al centro del campo in fase di contropiede e serve Caracciolo che, allargandosi sulla destra, invita Coly che tenta una conclusione in porta deviata in corner da Pinsoglio. Nello stesso minuto anche Brocchi effettua la prima sostituzione: fuori Dall’Oglio, dentro Sbrissa. Le rondinelle non sembrano aver problemi a condurre il gioco, e Vivarini corre ai ripari facendo entrare anche Rolando al posto di un fischiato Gilberto. Le preoccupazioni dell’allenatore del Latina sono fondate e al minuto 24 il Brescia passa in vantaggio: Bisoli riceve il pallone dai 25 metri e fa partire una botta con il pallone che impatta sulla traversa e finisce in rete. Il Latina ha l’opportunità di pareggiare i conti al 28’ con Scaglia: il salvatore di Ascoli, dopo un fallo di mano di Coly, prova a ripetere la punizione vincente di sabato scorso dal limite dell’area di rigore con un mancino a giro, ma il pallone sorvola di poco la traversa. I nerazzurri non mollano e al 38’ Bandinelli colpisce dalla distanza la traversa interna. Il pallone finisce sui piedi di Boakye che viene steso in area da Coly: per Ros non ci sono dubbi, è penalty. Sul pallone si presenta lo stesso ghanese che con freddezza insacca alla sinistra di Minelli. 1-1 e match che si accende. Al 45’ un cambio per parte: Camara rileva Ndoj per gli ospiti, Regolanti sostituisce Bandinelli. Il centrocampista ex Fiorentina, diffidato e ammonito, salterà la trasferta di Perugia. Un Latina decisamente a trazione anteriore negli ultimi tre minuti di recupero. Ed è Paponi a spaventare il Brescia al novantesimo con un colpo di testa ravvicinato che termina fuori. Il Brescia non resta a guardare e nel secondo minuto di recupero va vicino al gol vittoria con Bonazzoli che da calcio di punizione dal limite trova la pronta risposta di un super Pinsoglio. E’ l’ultimo sussulto di un match che ha regalato poche emozioni, salito leggermente di ritmo solo nei secondi quarantacinque minuti.

Il Latina ottiene il dodicesimo pareggio stagionale contro il Brescia di Christian Brocchi. Una gara che si era messa male già prima dell’inizio con la defezione di Corvia in fase di riscaldamento. Oggi al Francioni non si è visto il Latina delle ultime gare, una squadra che ha giocato mettendo poca cattiveria agonistica in campo. Vivarini, a differenza dei suoi uomini, ha provato in tutti i modi a vincere la partita, buttando nella mischia negli ultimi minuti l’unica punta a disposizione in panchina, il giovane Regolanti. In casa nerazzurra i tre punti non arrivano dalla trasferta di Vicenza, e la pareggite che ha colpito i nerazzurri inizia a far preoccupare Vivarini. Nota positiva il rientro in campo, con gol annesso, di Richmond Boakye dagli undici metri. Ora il Latina giocherà la penultima partita dell’anno in trasferta a Perugia nel giorno della vigilia di Natale, ma dovrà fare a meno di Filippo Bandinelli, diffidato e ammonito nella gara odierna. Un ennesimo grattacapo da risolvere per Vincenzo Vivarini. Dopo l’1-1 finale il Latina sale a quota 21 punti in graduatoria, in 14° posizione. Un punto anche per il Brescia che agguanta la 12° posizione salendo a 23 punti.

LE ALTRE DI B   

Ieri (20.30):

Trapani – Frosinone 1-4

Oggi (15.00):

Bari – Avellino 2-1

Cittadella – Pisa 1-0

Latina – Brescia 1-1

Novara – Cesena 3-1

Pro Vercelli – Spal 3-1

Salernitana – Carpi 1-2

Spezia – Perugia 2-1

Ternana – Vicenza 1-2

Domani (17.30):

Benevento - Ascoli

Lunedì (20.30):

Hellas Verona - Virtus Entella.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Latina - Brescia, Vivarini ritrova Dellafiore e Mariga. Il presidente Aprile alla cena di Natale: "Resterò solo alle giuste condizioni"

Il Latina ospita il Brescia nel 19° turno del campionato di Serie B. Vivarini ritrova Dellafiore e Mariga, arbitra Ros di Pordenone. Diretta tv su Sky Calcio 6 HD, radiocronaca sui 98.3 MHz di Radio Latina.

Il Latina, dopo l'impresa di Ascoli, torna al Francioni ospitando il Brescia di Brocchi. La squadra diretta da Vincenzo Vivarini è alla ricerca del settimo risultato utile consecutivo, e per raggiungere l'ambito obiettivo il tecnico abruzzese potrà fare affidamento alle prestazioni dei rientranti Dellafiore e Mariga. Intanto ieri sera si è svolta la consueta cena di Natale con tutta la squadra e lo staff al completo. Assente il presidente dimissionario Pasquale Maietta.

APRILE DRIBBLA I GIORNALISTI - Durante la serata organizzata presso Villa Meravigliosa, il presidente Antonio Aprile ha rilasciato una breve intervista ai giornalisti presenti, dribblando però le domande relative alla cessione della società: "Stiamo lavorando per il bene della squadra, ma resterò alla guida del Latina solo se ci saranno le condizioni adatte, molto dipenderà dalla cittadinanza e dall'affetto che dimostrerà verso la mia persona". Un pensiero anche all'amministrazione comunale: "Era giusto organizzare questa cena, ma purtroppo non siamo riusciti ad invitare il sindaco per questioni di tempistica, ci dispiace. Esiste un forte rapporto con il comune, mi auguro quanto prima di poter ospitare al Francioni un componente della giunta". Il presidente nerazzurro in chiusura di intervista glissa ancora una volta sulla probabile vendita della società parlando delle ultime gare del girone di andata: "Il Latina è una squadra forte e sono sicuro che chiuderà l'anno con 24/25 punti in classifica".

Il presidente del Latina Calcio Antonio Aprile

VIVARINI: "CLASSIFICA CORTA, POSSIAMO SOGNARE" - Ha parlato oggi, nella classica conferenza pre gara, l'allenatore Vincenzo Vivarini. L'allenatore nerazzurro ha presentato la partita che il Latina si appresta a giocare contro il Brescia: "È una squadra diversa dalle ultime che abbiamo incontrato, ha un’esuberanza atletica elevata e giovani con grandi potenzialità. Qualcuno le sta già mettendo in evidenza, altri lo faranno durante il girone di ritorno. Hanno atteggiamenti particolari, perché fanno aggressione al portatore di palla anche in zone molto alte di campo, e per questo motivo dovremo essere bravi nella gestione della palla e nell’andare a colpire nei loro punti deboli". Situazione infortunati: "Alcuni giocatori devono ancora ritrovare la giusta condizione, Paponi ha superato i problemi fisici che aveva e Boakye ha lavorato insieme al resto della squadra durante l’intera settimana. La formazione sarà quella che abbiamo avuto nelle ultime partite, sto seguendo con molta attenzione D’Urso perché ha avuto un momento di appannamento e adesso lo vedo molto più reattivo e vivo. Lo aspettiamo in grande forma, voglio rivedere le grandi qualità che ha. Per il resto la squadra sta abbastanza bene, speriamo di tirare fuori una prestazione di livello e di riuscire a vincere". Vivarini conclude parlando di traguardi: "Mancano tre partite alla fine del girone d'andata, e ci sono nove punti in palio. Per me è importante farne il più possibile, perché nel girone di ritorno inizia un altro campionato. La B non finisce mai, partendo da una buona base di punti si potrà capire che tipo di torneo fare dopo il giro di boaLa classifica è molto corta, alla squadra dico che non dobbiamo precluderci la possibilità di sognare: per noi, per i tifosi e per la società. È importante chiudere bene il girone d’andata e ce la possiamo fare".

QUI LATINA, RIENTRANO DELLAFIORE E MARIGA - Non è prevista nessuna sostanziale novità nell'undici titolare che domani affronterà il Brescia di Brocchi, eccetto il rientro dalla squalifica di Dellafiore e Mariga. Restano fuori gli infortunati Pinato, De Vitis, Di Matteo e Acosty. Fermi ai box anche Coppolaro e Rocca, espulsi nella gara di Ascoli. Tribuna per il divorziato in casa Moretti: sempre più vicina per l'ex Vicenza la cessione nel mercato invernale.

QUI BRESCIA, BROCCHI NE CONVOCA 20 - Saranno venti gli uomini che Christian Brocchi porterà a Latina. Rientrano Calabresi, Pinzi e Torregrossa, fuori causa Lancini e Bubnjic insieme allo squalificato Martinelli.

SERIE B - IL PROGRAMMA DELLA 19° GIORNATA -

Stasera (20.30):

Trapani - Frosinone

Domani (15.00):

Bari - Avellino

Cittadella - Pisa

Latina - Brescia

Novara - Cesena

Pro Vercelli - Spal

Salernitana - Carpi

Spezia - Perugia

Ternana - Vicenza

Domenica (17.30):

Benevento - Ascoli

Lunedì (20.30):

Hellas Verona - Virtus Entella.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Cottafava non parte per Brescia: ecco i 22 convocati

Non c'è Marcello Cottafava tra i convocati di mister Beretta per la gara di domani sera tra il Brescia ed il Latina, match valido per il terzo turno della Coppa Italia. Il perno della difesa nerazzurra resta a riposo, condizionato anche da una condizione di forma probabilmente non eccellente.

E' questa la decisione presa da mister Mario Beretta al termine della rifinitura effettuata questa mattina dal gruppo nerazzurro al stadio Francioni. La squadra partirà alle 15 per la Lombardia in treno e domani mattina si allenerà al centro sportivo di Castenedolo a partire dalle 11. Al "Rigamonti" fischio d'inizio in programma alle 20.30.

Questi i 22 giocatori per la trasferta lombarda:

I CONVOCATI – Farelli, Spilabotte, Mazzoleni, Bruno, Bruscagin, Brosco, Crimi, Esposito, Figliomeni, DouDou, Angelo, Milani, Ricciardi, Rossi, Pettinari, Paolucci, Petagna, Almici, Valiani, Dellafiore, Ashong, Viviani

ASSENTI – Cottafava, Di Gennaro, Negro, Nelson, Talamo, Wolski.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Entra or Registrati

Hai un profilo Facebook?

Usa il tuo account Facebook per entrare in SportLatina.

fb iconEntra con Facebook

ENTRA