SLT | Sport Latina | Us Latina Calcio | Serie B | Top Volley | Latina Basket | Latina Calcio a 5 & more...

A+ A A-

Latina, ancora un ko: al San Nicola vince il Bari 2-0

Ancora una sconfitta per il Latina che viene battuto 2-0 dal Bari: Galano apre le marcature al 17' del secondo tempo, Fedele chiude i conti al 47'. Nerazzurri ultimi in classifica.

Primo tempo –  Buon avvio del Latina che nei primi 5 di gioco si rende pericoloso prima con Corvia, destro ribattuto dalla difesa pugliese, poi con Pinato, colpo di testa che si perde in fallo di fondo. Riposta del Bari al 7’: destro di Floro Fores respinto con i pugni da Pinsoglio. Di nuovo Latina al 21’: cross di Nica dalla destra, Pinato gira al volo ma trova la pronta risposta dell’attento Micai. Al 23’ ancora nerazzurri in evidenza: Buonaiuto in velocità salta un paio di avversari, ma pecca di precisione al momento di battere a rete. In campo ci sono solo i nerazzurri e in due minuti è Corvia a sfiorare la rete: prima con una punizione dal limite, poi in acrobazia. Nel finale di tempo il Bari fallisce un’occasione clamorosa con Parigini, che si divora il vantaggio sparando fuori da ottima posizione. Dopo tre minuti di recupero termina senza reti il primo tempo del San Nicola.

Secondo tempo – Ripresa che vede partire meglio il Bari. Dopo un paio di tentativi non andati a buon fine, i pugliesi trovano il vantaggio al 17’ con Galano: l’attaccante biancorosso supera Pinsoglio in uscita. La reazione del Latina passa per i piedi di Buonaiuto: il numero 10 nerazzurro, al 25’, sfiora la traversa con un violento diagonale. I nerazzurri spingono sull’acceleratore alla ricerca del pari: al 36’ è fenomenale Micai su Corvia, al 38’ il portiere biancorosso si ripete su De Giorgio. L’ultima occasione il Latina la crea al 44’: il siluro di Buonaiuto viene respinto da Tonucci con Micai ormai fuori causa. In pieno recupero il Bari trova il raddoppio con Fedele su calcio di punizione. Dopo 4 minuti di extra time al San Nicola termina con la vittoria dei biancorossi.

(Ufficio stampa US Latina Calcio)

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Latina, finalmente i 3 punti! Bari sconfitto 2-1

I nerazzurri tornano alla vittoria battendo il Bari 2-1 al Francioni. Vantaggio firmato Corvia da calcio di rigore e raddoppio di Scaglia. Rete pugliese messa a segno da De Luca. I nerazzurri salgono a 13 punti in classifica.

Allo stadio Francioni va in scena Latina-Bari, gara valida per la tredicesima giornata del campionato di Serie B. Vivarini sistema ancora la squadra con il 3-5-2 (che, all’occorrenza, può trasformarsi in un 3-4-3 con Scaglia e Acosty a sostegno di Corvia), ma sorprende tutti. Infatti, il tecnico abruzzese, fa esordire dal primo minuto sulla corsia destra il rumeno Costantin Nica, reduce da un lungo stop. Esordio stagionale anche per Filippo Bandinelli in mezzo al campo. Pacchetto offensivo affidato al duo Acosty-Corvia. Stellone recupera Riccardo Maniero: l’attaccante numero 19 del Bari, alla sua duecentesima presenza in Serie B, sarà affiancato dall’esperto Franco Brienza nel 4-4-2 del tecnico ex Frosinone. Nell’undici iniziale figurano anche i nomi di Cassani, l’ex Valiani e il forte giovane Doumbia.

PRIMO TEMPO – Inizio di gara a ritmi sostenuti tra le due formazioni. La gara, però, si accende al 12’ quando Doumbia frana addosso a Nica in area di rigore. Per Abisso non ci sono dubbi, è penalty per i nerazzurri. Sul dischetto si presenta Corvia che spiazza Micai e porta in vantaggio il Latina. La partita si mette subito bene per gli uomini di Vivarini che riescono ad amministrare il vantaggio senza troppi problemi. I galletti iniziano ad innervosirsi e Maniero viene ammonito al 25’ per aver commesso un fallo ai danni di Bandinelli. Al Francioni si vede un Latina attendista ma pronto a ripartire per far male alla retroguardia barese. Al 40’ altra azione chiave: Scaglia, servito da Corvia, viene atterrato da Doumbia al limite dell’area di rigore. Giallo per il colored del Bari e calcio di punizione da posizione interessante per il Latina. Sul pallone si presentano Corvia e Scaglia; l’attaccante nerazzurro simula il tiro e lascia il pallone sui piedi di Scaglia che con un magistrale sinistro piazza la sfera sotto il sette sinistro della porta avversaria. Gol capolavoro che porta il Latina sul doppio vantaggio. Abisso non concede recupero, e al 45’ manda le squadre al riposo sul risultato parziale di 2-0. Nei primi 45’ di gioco si registrano solo 2 tiri in porta, da calcio piazzato, trasformati dal Latina in gol. Zero tiri nello specchio per la formazione guidata da Stellone.

SECONDO TEMPO – Stellone corre ai ripari e sostituisce il disastroso Doumbia con il numero 16 Marthino. Stessi undici uomini per il Latina. Il Bari cerca subito di rimettere in sesto la gara con Di Cesare che al 4’ manda il pallone fuori di un niente. I pugliesi continuano a spingere, e al 7’ il neo entrato Marthino colpisce due volte il palo. Grande spavento per la difesa pontina che sembra soffrire questi primi minuti della ripresa. Al 13’ si rivedono i nerazzurri in attacco: Valiani commette fallo in scivolata su Scaglia sulla trequarti destra, lo stesso ex bresciano batte il calcio di punizione deviato di testa da Garcia Tena che colpisce il palo sinistro. Al 18’ arriva il gol degli ospiti: il neo entrato De Luca punisce subito la difesa pontina con un colpo di testa vincente nato dagli sviluppi di un corner. Non irresistibile l’uscita del portiere nerazzurro Pinsoglio. Ora il Bari ci crede, e si rende di nuovo pericoloso al 24’ quando Pinsoglio salva su un potente tiro da posizione ravvicinata di De Luca. Il Latina ha l’opportunità di chiudere la partita al 35’ quando Corvia, da posizione ravvicinata, spara centrale un tiro respinto miracolosamente dall’estremo difensore Micai. Dopo 4’ di recupero il pubblico del Francioni può finalmente esultare per una vittoria che mancava dal 9 ottobre (Latina-Trapani 2-0).

Finalmente una vittoria e una prestazione convincente per il Latina di Vincenzo Vivarini. Il tecnico nerazzurro, confermato in settimana dalla dirigenza, può tirare un sospiro di sollievo. Al Francioni si è visto un buon Latina, concentrato e sempre pronto a ripartire. Ottima la prestazione di Daniele Corvia che sigla la sua seconda rete in due gare. La vittoria odierna potrebbe diventare quella della svolta, visto che i nerazzurri con questi 3 punti smuovono la classifica salendo a 13 punti in coabitazione con Salernitana, Vicenza e Pro Vercelli. Il Latina ora se la vedrà contro il Vicenza in trasferta, sabato alle 18.00, nell’anticipo della 14° giornata della Serie B.

SERIE B, I RISULTATI DEL 13° TURNO

Ieri:

Brescia - Cesena 3-2

Oggi:

Ascoli - Virtus Entella (rinviata a data da destinarsi)

Cittadella - Salernitana 2-0

Latina - Bari 2-1

Novara - Spal 0-1

Pisa - Perugia 0-1

Pro Vercelli - Carpi 0-0

Spezia - Hellas Verona 1-4

Trapani - Vicenza 0-1

Domani:

Avellino - Frosinone (ore 15.00)

Lunedì:

Ternana - Benevento (ore 20.30).

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Al Francioni arriva il Bari dei grandi nomi, il Latina punta tutto su Corvia

Il Latina, dopo le trasferte di Vercelli e Cittadella, torna al Francioni. I nerazzurri ospiteranno il Bari dei grandi nomi nella tredicesima giornata del campionato di Serie B. Diretta televisiva su Sky Sport Mix HD e Sky Calcio 7 HD, radiocronaca su Radio Latina 98.3 Mhz.

Passata la cocente delusione dopo la brutta prestazione con sconfitta annessa subita a Cittadella, il Latina del riconfermato Vincenzo Vivarini è pronta a ripartire al Francioni contro il Bari. Vivarini non potrà fare affidamento alle giocate offensive di Richmond Boakye; il ghanese, reduce dal trauma cranico rimediato a Cittadella, è rientrato da pochi giorni nel capoluogo pontino e bisognerà aspettare ancora molto prima di rivederlo in campo. A sostituirlo è pronto Daniele Corvia, apparso frizzante e in forma partita nella trasferta di Cittadella e nella partitella d’allenamento giocata in settimana. La formazione pugliese, che può vantare nomi come Cassani, Brienza e Maniero nel proprio roster, tanto per citarne alcuni, è reduce dalla vittoria per 2-0 conquistata sabato scorso contro la Pro Vercelli al San Nicola. Nonostante questa vittoria, i galletti allenati da Roberto Stellone stanno deludendo le aspettative occupando “solamente” (si fa per dire…) la undicesima posizione in classifica a 16 punti, fuori dalla griglia playoff. 

VIVARINI: “BARI SQUADRA DI LIVELLO” - Sembrava finita l’avventura di Vincenzo Vivarini sulla panchina nerazzurra dopo la sconfitta di Cittadella, ma così non è stato. La dirigenza pontina crede ancora in Vivarini e tutto ciò è confermato dalla “fiducia incondizionata” di Antonio Aprile verso il tecnico che, in conferenza, chiude subito la questione: “Sono discorsi societari, il discorso tecnico è diverso. Da parte mia devo cercare di lavorare meglio, la società non è contenta così come non lo sono io di come stanno andando le cose”. Capitolo Bari: “È una squadra che ha disponibilità e possibilità di avere una rosa molto completa in tutti i ruoli. Ha qualche problema tra infortuni e squalifiche, ma quelli che scenderanno in campo sono di livello straordinario. Brienza sta facendo la differenza in assoluto, come tocca palla si inventa tutto. Grande attenzione a lui, come a De Luca e Maniero. Stellone ha diversi giocatori importanti”.

QUI BARI: DUBBIO MANIERO, RECUPERATO DOMIZI - Grossi dubbi attanagliano la mente dell’allenatore del Bari Roberto Stellone. Maniero è in forse e, se non dovesse farcela, Castrovilli è pronto a prendere il suo posto. Il tecnico ex Frosinone ritrova Romizi che, insieme a Valiani, andrà a formare la coppia di centrocampo. Spazio a Furlan e al giovane Doumbia sulle corsie esterne del campo.

QUI LATINA: CORVIA DAL 1’, IN PANCHINA SI RIVEDE GILBERTO - Daniele Corvia è pronto a ripartire dal 1’ accanto a Paponi. L’attaccante ex Brescia ha ben figurato nella gara persa a Cittadella, siglando il gol della bandiera e colpendo un palo pieno. Tra i convocati si rivede il nome di Gilberto: l’esterno di centrocampo, arrivato questa estate in prestito dalla Fiorentina, ripartirà dalla panchina per poi tornare a calpestare gradualmente il prato. Fuori causa lo sfortunato Boakye, Brosco, De Vitis e il lungodegente Pinato.

IL PROGRAMMA DELLA SERIE B - Dodicesima giornata, il programma:

Oggi:

Brescia - Cesena (ore 20.30)

Domani (ore 15.00):

Ascoli - Virtus Entella (rinviata a data da destinarsi causa terremoto)

Cittadella - Salernitana

Latina - Bari

Novara - Spal

Pisa - Perugia

Pro Vercelli - Carpi

Spezia - Hellas Verona

Trapani - Vicenza

Domenica (ore 15.00):

Avellino - Frosinone

Lunedì (ore 20.30):

Ternana - Benevento.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Latina-Bari 2-2! Al Francioni la festa è nerazzurra

Cuore, carattere ed orgoglio. Alcune partite si vincono anche così. Stavolta, al Francioni, il Latina non ha vinto, ma il 2-2 strappato al Bari vale molto più di una semplice vittoria. Il risultato della gara di ritorno della semifinale play off è identico a quello dell’andata e, complice il regolamento della Serie B, qualifica il Latina alla finale play off per la promozione in Serie A.

Avvio di studio. La prima vera occasione è del Bari, con il sinistro di Calderoni da 25 metri, Iacobucci blocca. Il Latina inizia a farsi vedere in avanti al 26’: triangolazione al limite dell’area tra Cisotti e Jonathas, con l’attaccante brasiliano fermato all’ultimo istante dal disperato tentativo in scivolata di un difensore. Al 28’ ancora pugliesi pericolosi: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il colpo di testa di Polenta chiama Iacobucci alla presa alta. Il Latina comunque c’è ed al 30’ la sventola da fuori area di Ristovski costringe Guarna a distendersi sulla sua destra, mettendo il pallone in corner. Al 37’ ottima iniziativa di Sabelli sulla destra, cross basso con Joao Silva che prova il colpo di tacco: la sfera, però, troppo debole, viene parata da Iacobucci. Azione tambureggiante del Latina al 40’ nell’area barese: scambio ravvicinato tra Crimi, Jonathas e Ristovski, con il macedone anticipato al momento del tiro.

Accesissimo finale di primo tempo: prima Joao Silva spara a botta sicura, con Iacobucci bravo a respingere con il piede. Sul ribaltamento di fronte è Guarna il protagonista di un provvidenziale intervento, uscendo in presa bassa su Jonathas, ben servito da Ristovski. Poi è la volta di Cisotti girarsi al limite dell’area e provare di destro, con il pallone che termina alto sulla traversa.

SI riparte con gli stessi 22 di inizio gara. Pronti via e subito un “giallo”, con Crimi atterrato da una sospetta gomitata di Cani: l’arbitro sorvola. Breda cambia: fuori Viviani (appena ammonito) e Cisotti per Laribi e Jefferson. Il Latina ne giova subito. E’ il 10’ quando Jefferson viene lanciato in verticale ma, prima di superare Guarna, strattona Ceppitelli: il suo gol viene giustamente annullato. Al 12’, poi, Crimi si divora il vantaggio mandando alto sulla traversa un pallone dal limite dell’area piccola. Poi è ancora Jefferson a provarci con un bel diagonale, che si spegne fuori di un soffio. Il Bari si riorganizza, il Latina non riesce a pungere più come prima, ma non soffre granchè la pressione degli ospiti. Almeno fino al 27’, quando Galano viene steso in area da un ingenuo intervento di Alhassan: il direttore di gara non ha dubbi e fischia il calcio di rigore. Dal dischetto Polenta calcia centralmente e beffa Iacobucci. La reazione del Latina è veemente. Sul cross di Crimi Calderoni tocca con un braccio ma l’arbitro lascia proseguire tra le proteste. Passa un minuto e per un fallo (su Jonathas) forse meno netto del precedente il signor Pinzani fischia il calcio di rigore. Dal dischetto va lo stesso bomber brasiliano, che non tradisce. Il Bari si getta in avanti ma lascia spazio al contropiede nerazzurro. E proprio su un ribaltamento di fronte si materializza il raddoppio del Latina con Laribi, che perfeziona nel migliore dei modi un’azione di contropiede. Inizia la festa? Neanche per sogno, perché al 42’ Galano si trova a tu per tu con Iacobucci e mette in rete.

Al Francioni si soffre, ma al 95’ può partire la festa. Domenica c’è Cesena-Latina.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

LIVE Finale Bari-Latina 0-1: decide Bruno! Nerazzurri soli al secondo posto

Gran colpo d'occhio al "San Nicola", dove il Latina (alla ricerca del quarto successo consecutivo e voglioso di conquistare il secondo posto) sfida il Bari. Ecco le formazioni ufficiali, con mister Breda che conferma in toto l'undici che ha vinto 4-1 con il Novara, con capitan Milani preferito al rientrante Brosco.

BARI (4-3-3): Guarna; Sabelli, Ceppitelli, Polenta, Calderoni; Sciaudone, Romizi, Defendi; Galano, Joao Silva, Nadarevic. A disp.:  Pena, Samnick, Chiosa, Zanon, Lugo, Fossati, Beltrame, Lores, Cani. All. Alberti-Zavettieri

LATINA (3-5-2): Iacobucci; Milani, Cottafava, Esposito; Ristovski, Crimi, Viviani, Bruno, Alhassan; Paolucci, Jonathas. A disp.: Tozzo, Bruscagin, Jefferson, Gerbo, Cisotti, Morrone, Ricciardi, Brosco, Ghezzal. All. Breda

ARBITRO: Ghersini di Genova. Assistenti: Gava-De Troia

 

1' Si parte: Latina sul pallone

2' Duplice duro intervento di Galano, che mette al tappeto prima Esposito, poi Alhassan.

11' Contropiede del Bari, ci mette una pezza capitan Milani, che respinge il cross di Sciaudone, destinato a Joao Silva.

14' GOL LATINA.... BRUNO!!!!!!!!!!  Il Colonnello sblocca la gara con un destro dai 20 metri, sporcato da un difensore pugliese, che non lascia scampo a Guarna. Primo gol in B in carriera e secondo tra i professionisti per il numero 5 nerazzurro.

16' Immediata risposta del Bari: Iacobucci è protagonista e con un gran riflesso dice di no a Nadarevic

18' Sinistro a giro di Gelano, Iacobucci si rifugia in calcio d'angolo

22' Cross di Sabelli, Joao Silva anticipa Cottafava ma il suo colpo di testa termina sul fondo.

24' Ancora Bari: la botta dalla distanza di Romizi chiama Iacobucci alla parata a terra.

Adesso il Latina è un pò troppo rintanato nella propria metà campo e concede metri ai padroni di casa.

29' Rasoiata mancina di Calderoni, sfera di poco a lato

34' Ammonito Paolucci per un intervento su Polenta. Ghersini poi non punisce il tentativo di reazione del centrale pugliese.

40' Strepitoso Alhassan, protagonista di una gran giocata sulla sinistra, poi traversone, con Ristovski che non ci arriva per un soffio.

43' Cavalcata di Paolucci che va via a Ceppitelli e spara col sinistro. Defendi devia ma il signor Ghersini non concede l’angolo.

45' Punizione di Viviani, cross al centro dove Jonathas non arriva all'impatto con il pallone per un soffio.

Il primo tempo si chiude dopo 1' di recupero: Latina avanti per una rete a zero al San Nicola contro il Bari grazie al gol del "Colonnello" Bruno.

Tutto pronto per l'inizio della ripresa. E' il Bari a manovrare il primo pallone.

46' In campo con gli stessi 22 di inizio gara

48' Punizione dal vertice destro dell’area di Galano: Iacobucci esce in presa alta e fa sua la sfera.

54' Poche emozioni adesso al San Nicola: il Lanciano, però, ha pareggiato con l'Empoli ed il Latina è momentaneamente al secondo posto.

56' Sugli sviluppi di un calcio d'angolo Polenta colpisce di testa ma non riesce a dar forza al pallone, che viene così bloccato da Iacobucci.

59' Adesso il Bari prova a spingere forte, il Latina si difende

60' Iacobucci non arriva sulla sfera lanciata in area da Romizi: sulla stessa si avventa Galano che la mette a rimorchio per Sciaudone, il cui tentativo mancino si spegne sull’esterno della rete.

62' Ammonito Milani

63' Primo cambio del Latina, Viviani lascia il posto a Morrone

65' Intervento provvidenziale di Iacobucci, poi si accende una mischia e Polenta non trova il pertugio vincente.

67' Secondo cambio del Latina, con Ghezzal che entra al posto di Paolucci.

69' Dopo l'ingresso dell'ex Bari Ghezzal, entra l'ex Latina Fossati, che prende il posto di Romizi

73' Iacobucci blocca in due tempi la conclusione di Defendi.

75' Cartellino giallo per Bruno e anche per Iacobucci, reo, secondo il direttore di gara, di aver perso troppo tempo.

78' Ottimo Iacobucci, ancora grande protagonista. Il portierone del Latina vola sul destro di Sabelli, deviato da Cottafava.

80' Ultime sostituzioni: il Bari cambia Nadarevic con Beltrame, il Latina sostituisce Ristovski con Brosco.

84' Pioggia battente al San Nicola

85' Ammonizione per Defendi, che ferma con le cattive Alhassan

88' Ammonito anche Sciaudone.

90' Addirittura 6 minuti di recupero

91' Alla lunghissima lista del cattivi si aggiunge anche Ghezzal

93' Il Latina si salva ancora. Si gioca sotto un diluvio impressionante

96' Finisce la partita! Bari-Latina 0-1, decide il gol di Bruno.

Quarto successo consecutivo dell'undici di Breda che, approfittando anche del successo del Lanciano sull'Empoli, è solo al secondo posto della classifica.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Il Sultano è tornato! Latina-Bari 1-0

Il Latina non si ferma più. Al Francioni seconda vittoria casalinga consecutiva e undicesimo risultato utile consecutivo grazia al successo sul Bari. I nerazzurri non perdono dalla terza giornata e mister Breda rimane ancora imbattuto dal suo arrivo sulla panchina dei pontini. Il tecnico presenta una novità per affrontare i galletti pugliesi. Nel disegnare il consueto 3-5-2 per il tridente di centrocampo il mister trevigiano sceglie di schierare dal primo minuto Dario Barraco al fianco di Morrone e Crimi. In avanti torna Ghezzal, appiedato nella trasferta di Novara da un attacco influenzale.

LA CRONACA – La gara parte su ritmi altissimi. Al 4' la prima conclusione è del Bari con De Falco che prova dalla distanza su assistenza di Defendi: tiro potente ma ampiamente al lato. Veemente la risposta del Latina che nel giro di un minuto costruisce due nitide palle gol. Al 7' uno schema su calcio di punizione libera al tiro Barraco che da trenta metri spara un destro dei suoi: Guarna vola a togliere la palla da sotto la traversa. Sull'angolo seguente ancora un pericolo con Cottafava che sul secondo palo schiaccia di testa. La palla rimbalza e poi si alza di un millimetro. Il gol è nell'aria e arriva puntuale al 12'. E' un capolavoro di Kader Ghezzal, il grande ex di turno che su angolo vola in cielo e in mezza girata mette dentro non lasciando scampo a Guarna.

Francioni in visibilio per il primo gol stagionale dell'attaccante franco-algerino. Il gol dà la spinta giusta ad un Latina che non arretra il baricentro e al 18' costruisce una nuova palla gol. Corner di Barraco, Cottafava rimette al centro dell'area dove Jonathas svetta alzando un campanile che costringe Guarna a rifugiarsi in angolo. Passata la paura il Bari cerca di riorganizzarsi e prendere campo, ma il Latina è ben messo in campo e non concede nulla. Al 29' biancorossi di avanti con un tiro di Defendi troppo centrale per impensierire Iacobucci. Al 36' ancora Bari, stavolta più pericoloso. I galletti lavorano un bel pallone sulla sinistra e poi liberano al tiro Sciaudone che con un sinistro insidioso chiama Iacobucci alla parata. Bravo il portiere nerazzurro a farsi trovare pronto e deviare in angolo. Ma il Latina è ben messo in campo e giocando un buon calcio amministra senza concedere più nulla fino alla fine del primo tempo.

LA RIPRESA – Secondo tempo che parte senza troppi sussulti. Il Bari cerca di prendere campo con una fitta manovra in mediana. All'8' campanello d'allarme per il Latina: gran palla di Joao per Defendi che a pochi passi dalla porta colpisce male di sinistro graziando di fatto la porta di Iacobucci. Breda mette mano alla panchina e poco dopo manda in campo Bruno per Barraco a centrocampo.

La risposta del Latina arriva al 12': bella combinazione tra Crimi e Morrone con quest'ultimo che cerca Jonathas. Il brasiliano da posizione defilata spara un missile di destro che esce alla sinistra di Guarna non di molto. Cambi anche sulla sponda Bari con mister Alberti che cerca di rinforzare l'attacco con l'ingresso di Marotta e Lugo al posto di Romizi e Altobello. I pugliesi alzano il baricentro, il Latina controlla e prova a far male con rapide folate offensive. Succede al 21': Ghezzal scende per vie centrali poi cede a Crimi che davanti a Guarna viene anticipato. La palla finisce sui piedi di Jonathas che alimenta l'azione e poi scarica ancora per Crimi che da sinistra fa la barba al palo. E l'epsiodio che dà la veglia al Latina. I nerazzurri riprendono con prepotenza le redini del gioco e alzano il baricentro grazie anche all'ingresso di Jefferson. Subito pericoloso il brasiliano che di testa su calcio d'angolo svetta su tutti e fa gridare al gol. Guarna para con il riflesso.

Subito dopo ancora Jefferson prova ad imbeccare Jonathas in area. Sbroglia la difesa del Bari. Ma i pugliesi sono in affanno e al 29' restano in dieci a causa del rosso diretto rimediato da Polenta, colpevole di un entrataccia su Crimi. I nerazzurri sembrano poter amministrare la partita in scioltezza, ma il Bari ha merito di crederci e nel finale mette i brividi al Francioni. Al 43' Lugo dai 25 metri piazza la sfera con un piatto destro magistrale. Iacobucci è battutto, ma a salvarlo è la traversa. Al 46' invece tocca a Marotta scoccare un destro poderoso che esce di pochissimo.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...

Salta la sfida con l'ex Fossati, partito da Latina con il sogno azzurro...

Il Latina continua la marcia di avvicinamento alla sfida di domenica con il Bari con l’entusiasmo e la serenità di chi sa di aver imboccato da tempo la strada giusta. Il gruppo ha digerito il pari di Novara, un punto assolutamente da non buttare, ma che non poteva non lasciare un po’ di amaro in bocca dopo quanto accaduto al ‘Piola’, con i nerazzurri avanti di due reti al termine del primo tempo.

C’è il desiderio di tornare subito al successo, specialmente di fronte ai propri tifosi. Domenica è prevista una cornice di pubblico imponente al Francioni contro una squadra blasonata, tornata a sorridere grazie al successo della settimana scorsa ottenuto contro il Varese.

Il Latina dovrà fare a meno di Ristovski, impegnato con la Macedonia, un’assenza importante, ma che non preoccupa i nerazzurri. Allarme invece che è suonato in casa Bari, a causa delle partenze di ben cinque giocatori. Con l’Under 20 ci sono Chiosa e Beltrame, con l’Under 21 invece saranno protagonisti i biancorossi Fedato, Sabelli e Fossati. Proprio lui, l’ex di turno (così come Ristovski), non scenderà in campo al Francioni, quello che è stato il suo regno per una stagione, quella della salvezza in Lega Pro ottenuta grazie alla doppia sfida play out vinta con la Triestina.

Classe ’92, scuola Milan, Marco Ezio Fossati ha lasciato un buon ricordo nel capoluogo. Professionista serio, un centrocampista con spiccate doti offensive, abile nel palleggio e con una gran visione di gioco, ha contribuito in maniera determinante alla salvezza dei nerazzurri nell’annata 2011/2012. A Bari sta ben figurando, in Nazionale sta andando anche meglio e ora è pronto a prendere per mano l’undici di Gigi Di Biagio impegnato tra oggi e martedì prossimo in due gare (stasera con l’Irlanda del Nord, la settimana prossima con la Serbia) fondamentali per l’accesso al campionato europeo. Ventidue presenze a Latina, condite da tre gol, uno dei quali, quello contro il Sudtirol al Francioni, di rara bellezza.

Il suo sogno, quando due anni fa vestiva il nerazzurro, era quello di abbracciare la Nazionale Under 21 prima e quella maggiore poi. Il primo obiettivo è stato raggiunto, per il secondo ci sarà tempo e modo per conseguirlo. 

Peccato solo di non poterlo applaudire domenica al Francioni.

Informazioni aggiuntive

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Entra or Registrati

Hai un profilo Facebook?

Usa il tuo account Facebook per entrare in SportLatina.

fb iconEntra con Facebook

ENTRA