SLT | Sport Latina | Us Latina Calcio | Serie B | Top Volley | Latina Basket | Latina Calcio a 5 & more...

A+ A A-
Redazione

Redazione

URL del sito web:

L’Axed Group Latina vince 4-3 all’ultimo secondo contro la Ma Group Imola

L'Axed Group Latina vince 4-3 all'ultimo secondo contro la Ma Group Imola. Gara ricca di emozioni con i nerazzurri che vanno avanti di tre reti, si fanno rimontare, ma poi con Avellino trovano all'ultimo respiro il guizzo che vale il successo. La squadra di Basile termina così la regular season a quota 30 in classifica, punteggio mai toccato nella massima serie. Ai play off i pontini, giunti ottavi, affronteranno Pescara nei quarti di finale.

PRIMO TEMPO

I nerazzurri schierano Landucci tra i pali, Avellino, Bernardez, Battistoni e Maina, mentre l'Imola presenta Battaglia in porta, Castagna, Vignoli, Jelavic e Marcio.

Primo squillo degli ospiti dopo un minuto con una bella conclusione di Vignoli, sulla quale Landucci risponde presente. Subito dopo è Bernardez a spaventare Battaglia con un diagonale al volo che termina di poco a lato. Al 4' è Maina ad avere una clamorosa chance per portare in vantaggio i nerazzurri, ma una volta a tu per tu con Battaglia indugia troppo con il pallone tra i piedi, perdendo l'attimo giusto per colpire. Terenzi ci prova dalla distanza al 7', sul suo destro velenoso però l'estremo difensore avversario risponde alla grande mettendo in angolo. Il Latina attacca con una certa frequenza e al 10' è una bella incursione di area di rigore di Corso a spaventare Battaglia, che riesce comunque a salvarsi. Al 12' grandissimo intervento di Landucci sulla botta a colpo sicuro di Jelavic da destra. Il giovane portiere nerazzurro si ripete due minuti dopo, fermando Fabinho all'interno dell'area di rigore. Al 16' Maina ruba palla al limite, fa partire un destro secco che finisce di un soffio a lato. Negli ultimi secondi è Avellino ad avere il pallone giusto per il vantaggio, ma Battaglia è bravo con il corpo ad opporsi all'argentino. Il primo tempo si chiude così sullo 0-0.

.

SECONDO TEMPO

Ad inizio ripresa è Corso show: l'argentino trova dopo cinquanta secondi il vantaggio con un bolide al volo di sinistro che termina a fil di palo. Una rete spettacolare che fa impazzire il pubblico del PalaBianchini. Il Latina trova fiducia e al 2'06'' Pica Pau con un bel tocco sotto trova la rete del raddoppio. Sempre il brasiliano protagonista al 6'24, con una bella azione personale, che culmina con un grande diagonale che beffa Battaglia e porta i pontini sul 3-0. I nerazzurri sfiorano il poker con Avellino, ma al 9'10'' subiscono la rete di Castagna che riapre il match. Grazie al portiere di movimento gli ospiti trovano beneficio e con Jelavic all'11'54'' vanno sul -1, con Landucci che non può arrivare sul missile del numero 6 dell'Imola. Al 15'45'' però nemmeno Landucci può sbarrare la strada al destro a botta sicura di Cortes che regala il pari all'Imola. Sembra finita, ma proprio all'ultimo assalto, ad un secondo dalla fine, è Avellino con un sinistro al volo di rara bellezza a regalare il successo ai padroni di casa.

Piacenza vince Gara3 e vola alle Final Four

La Lpr Piacenza si aggiudica Gara3 dei quarti Superlega Playoff Challenge UnipolSai e accede alle Final Four che mettono in palio un posto nelle Coppe Europee. La gara si è aperta con un tributo alla carriera per "O' Fenomeno" Samuele Papi e Hristo Zlatanov che hanno deciso di "appendere" le scarpe al chiodo. Ancora quattro set molto combattuti con gli Emiliani che hanno avuto ancora una volta la meglio anche se la formazione di Bagnoli non si è mai arresa. Si chiude quindi la stagione della Top Volley Latina che ha dimostrato ancora una volta di essere una squadra combattiva anche se il divario tecnico era notevole.

Alberto Giuliani schiera Hierrezuelo al palleggio e Hernandez opposto, Alletti e Di Martino (cambio in battuta con Cottarelli regola Under 23) centrali, Marshall e Clevenot schiacciatori, Manià libero. Daniele Bagnoli risponde con Sottile in regia e Fei opposto, Rossi e Gitto al centro, Maruotti e Klinkenberg di banda, Fanuli libero. Inizia bene Latina con Gitto (un muro e un ace) che si porta 3-7, ma Hernandez al servizio (tre ace e un muro di Alletti) rovescia 12-10, poi Hierrezuelo e Alletti allungano sul 16-12, ancora con Hernandez (due ace) al servizio l'allungo definitivo con la chiusura sul 25-17. Equilibrio in avvio di secondo set con Latina che allunga con le battute di Sottile 8-14, con due muri (Hierrezuelo e Di Martino) e l'ace di Clevenot i padroni di casa si riportano sotto 17-19 e poi pareggiano causa un rosso dato per le proteste della panchina pontina sul 23-23, ma Clevenot spara fuori la palla del 24-26. Bagnoli inserisce nei primi punti del terzo set Penchev e Latina con un ace di Maruotti si porta sul 6-9, poi con Penchev a muro e un ace l'allungo sul 10-15, con due ace (Alletti e Cottarelli) e due muri (Di Martino e Clevenot) il pareggio sul 18, Marshall rovescia il parziale 22-20, Gitto con un muro pareggia i conti 22-22 ma Hernadez contrattacca il 25-23 che chiude il parziale. Latina inizia male il quarto set con gli errori di Fei sul 4-0 e poi 7-2, Bagnoli cambia la diagonale inserendo Pistolesi e Strugar che rispondono con una buona serie (ace di Rossi e mudo di Gitto) poi il montenegrino mette a segno due punti per il sorpasso 13-14, si gioca punto a punto con Latina che si porta sul 22-23 ma Marshall ribalta sul 25-24 e poi muro il 27-25 per la chiusura della gara e della serie.

Latina, ancora un ko: al San Nicola vince il Bari 2-0

Ancora una sconfitta per il Latina che viene battuto 2-0 dal Bari: Galano apre le marcature al 17' del secondo tempo, Fedele chiude i conti al 47'. Nerazzurri ultimi in classifica.

Primo tempo –  Buon avvio del Latina che nei primi 5 di gioco si rende pericoloso prima con Corvia, destro ribattuto dalla difesa pugliese, poi con Pinato, colpo di testa che si perde in fallo di fondo. Riposta del Bari al 7’: destro di Floro Fores respinto con i pugni da Pinsoglio. Di nuovo Latina al 21’: cross di Nica dalla destra, Pinato gira al volo ma trova la pronta risposta dell’attento Micai. Al 23’ ancora nerazzurri in evidenza: Buonaiuto in velocità salta un paio di avversari, ma pecca di precisione al momento di battere a rete. In campo ci sono solo i nerazzurri e in due minuti è Corvia a sfiorare la rete: prima con una punizione dal limite, poi in acrobazia. Nel finale di tempo il Bari fallisce un’occasione clamorosa con Parigini, che si divora il vantaggio sparando fuori da ottima posizione. Dopo tre minuti di recupero termina senza reti il primo tempo del San Nicola.

Secondo tempo – Ripresa che vede partire meglio il Bari. Dopo un paio di tentativi non andati a buon fine, i pugliesi trovano il vantaggio al 17’ con Galano: l’attaccante biancorosso supera Pinsoglio in uscita. La reazione del Latina passa per i piedi di Buonaiuto: il numero 10 nerazzurro, al 25’, sfiora la traversa con un violento diagonale. I nerazzurri spingono sull’acceleratore alla ricerca del pari: al 36’ è fenomenale Micai su Corvia, al 38’ il portiere biancorosso si ripete su De Giorgio. L’ultima occasione il Latina la crea al 44’: il siluro di Buonaiuto viene respinto da Tonucci con Micai ormai fuori causa. In pieno recupero il Bari trova il raddoppio con Fedele su calcio di punizione. Dopo 4 minuti di extra time al San Nicola termina con la vittoria dei biancorossi.

(Ufficio stampa US Latina Calcio)

Axed Group Latina sconfitta a Pescara

L’Axed Group Latina Calcio a 5 è uscita sconfitta da Pescara nel penultimo turno della stagione regolare. I nerazzurri sono stati superati con il punteggio di 6-2 dalla prima della classe, fresca vincitrice della coppa Italia. Tra l’altro c’è stato anche il brutto infortunio di Chinchio a rovinare la giornata dei pontini. Il portiere della Nazionale ha rimediato un colpo alla testa ed è stato portato in ospedale per accertamenti. Ha trascorso la notte in Abruzzo, ma in mattinata ha fatto ritorno nel capoluogo e per fortuna sta bene.

BASILE - Per quanto concerne l’incontro, il Pescara ha dimostrato tutta la sua forza, vincendo con ampio merito la partita. Il club abruzzese si è contraddistinto per fair play e collaborazione, specialmente in occasione dell’infortunio di Chinchio. L’Axed Latina Calcio a 5 ringrazia pertanto la società e tutti i giocatori di casa per la disponibilità mostrata. Particolarmente amareggiato, però, il tecnico dell’Axed Piero Basile: “Rinnovo i complimenti al Pescara, società che si è dimostrata all’altezza del suo blasone. Ma sono rimasto mortificato dal comportamento del mio collega Colini che, ignorando ogni tipo di fair play e di educazione, ha negato il saluto ai miei giocatori sia prima che dopo la gara. Credo che questo sia un atteggiamento da censurare, soprattutto perché noi tecnici dobbiamo dare per primi insegnamenti di lealtà e cultura sportiva".

Piacenza vince anche Gara2

La Lpr Piacenza si porta a casa anche Gara2 dei quarti Superlega Playoff Challenge UnipolSai espugnando in quattro set il PalaBianchini. Ora ha la possibilità di chiudere la serie già domenica 9 aprile a Piacenza. Una gara dai due volti con Latina protagonista nel primo set, ma poi un po' il calo in attacco dei locali e un po' la crescita a muro e battuto degli ospittiti, hanno cambiato l'inserzia della gara.
Alberto Giuliani schiera Hierrezuelo al palleggio e Hernandez opposto, Alletti e Di Martino (cambio in battuta con Cottarelli regola Under 23) centrali, Marshall e Clevenot schiacciatori, Manià libero. Daniele Bagnoli risponde con Sottile in regia e Fei opposto, Rossi e Gitto al centro, Maruotti e Ishikawa di banda, Fanuli libero. Inizia subito bene Latina con i servizi di Sottile finalizzati da Ishikawa (due muri) sul 6-1, Hernandez (ace) accorcia sul 6-4, ma la Top Volley con Gitto (muro), Maruotti allunga 9-4 e poi con Rossi e Gitto (muro) 16-8, ace di Marshall per il 18-14, girandola di cambi con il set che si chiude 25-19. Inizia bene Piacenza il secondo set con Hernandez (un ace), Cottarelli (un ace) e Alletti sul 6-13, con i servizi di Ishikawa (un ace) Latina accorcia 12-13, Piacenza allunga 17-21 e chiude 20-25. Terzo setcon avvio in equilibrio poi Piacenza sblocca portando si 8-12, Fei (un ace) al servizio pareggia i conti sul 15-15, ancora la Lpr con Cottarelli (ace) e i muri di Hierrezuelo 18-22, ma Maruotti (un muro) ricuce 21-22 ma Clevenot chiude 22-25. Nel quarto set Bagnoli tenta le carte Klinkenberg schiacciatore e Penchev opposto, ma Di Martino stampa due muri per lo 0-4, Hernandez (un ace) allunga 6-13, rientra Fei che accorcia sul 13-17 ma Clevenot e Marshall chiudono 17-25.

Il Real Caffè/Moka Sirs Sabaudia travolge il Sant’Elia e riapre la corsa salvezza

l Real Caffè/Moka Sirs Sabaudia travolge l'Assitec Sant'Elia Fiumerapido (Frosinone) nel derby laziale con un entusiasmante 3-1 e conquista la seconda vittoria consecutiva nel campionato nazionale di pallavolo di serie B2. Alla luce di questo ennesimo risultato positivo le giocatrici del presidente Alessandro Pozzuoli riaprono momentaneamente il discorso salvezza (approfittando anche della sconfitta contemporanea del Minturno), così a cinque giornate dal termine Minturno e Sabaudia sono appaiate a quota 16 punti al terzultimo posto della graduatoria del girone H. Il Real Caffè/Moka Sirs Sabaudia ha approcciato con grande intensità alla partita: devastante al servizio con ben dodici punti diretti arrivati dalla linea dei nove metri (quasi mezzo set) di cui ben nove messi a segno da Chiara Capponi, 15 anni, opposto del Sabaudia capace di alternare prestazioni scintillanti a momenti di appannamento: quando troverà il giusto equilibrio potrà iniziare realmente a fare la differenza. "Volevamo con forza questa vittoria perché siamo in una fase troppo delicata della stagione - spiega la Capponi - il mio rendimento? Sono felice per aver dato il mio contributo alle mie compagne per ottenere la vittoria ma devo continuare a lavorare a testa bassa e migliorare ancora". Le fa eco Claudia Aversano, anche lei protagonista del successo. "Siamo felici e convinte di poter ancora dire la nostra - assicura la schiacciatrice di Sabaudia - tolta qualche eccezione il gruppo è giovanissimo e dobbiamo impegnarci sempre al massimo per nascondere i limiti che fisiologicamente abbiamo: sarà importante continuare a lavorare come stiamo facendo in settimana perché solo così potremmo pensare di raccogliere frutti importanti". La Casalvieri schiera Vaccarella in palleggio opposta a Capponi, Battaglini e Aversano di banda, Carminati e Olleia al centro con Soldati libero. Il primo set si apre con una fiammata di Capponi al servizio (5-1 e tre ace) con il Sabaudia che tiene in mano il pallino del gioco (16-13, 19-13 e 21-15) poi nel finale le ciociare si riavvicinano pericolosamente (24-23) ma le padrone di casa trovano la forza di chiudere 25-23. Il secondo parziale è l'esatto opposto con il Sant'Elia avanti (9-16) poi il recupero di slancio del Sabaudia (22-22) quindi l'allungo decisivo per il 23-25. Sul risultato di 1-1 il Sabaudia riesce a vincere il terzo (25-22) con Capponi e Carminati decisive nel finale. Il quarto è una cavalcata (9-5, 17-13 e 19-16) prima del 25-19 che inchioda il risultato finale sul 3-1.

Grande impresa della latina pallanuoto a Catania

La Latina Pallanuoto ed il Nuoto Catania e Latina pareggiano al termine di una gara ricca di gol e spettacolo. La prima frazione di gioco termina sul 2-2, Privitera realizza una doppietta per i padroni di casa mentre Parisi e Priori ristabiliscono la parità. Latina va in vantaggio nella seconda parte di gara e al cambio campo è avanti 6-5. La squadra siciliana recupera lo svantaggio nel terzo tempo con i gol di Ferlito, Torrisi e Privitera (8-6) a cui rispondono Parisi e Sabioni che stabiliscono il risultato sull'8-8. La parità resiste anche nell'ultimo periodo,  2-2 con i gol di Torrisi e Catania per la squadra di coach Dato e le marcature di Barberini e Parisi per i laziali, dopo essere stati a 2 minuti dalla fine in vantaggio di 2 goal. Una partita bellissima che dimostra ancora di piu' che la squadra quando vuole dimostra di competere alla pari contro le grandi del Campionato. Adesso Sabato ci sono i Muri Antichi Catania per proseguire la striscia positiva.

La Cis Hydra Latina liquida il Cimitile

La Cis Hydra Volley Latina continua nella sua marcia e anche quest’oggi si
è sbarazzata, come era prevedibile del resto, della Cml Vesuvio Cimitile
con un secco 3 a 0, risultato che la conferma ancora al comando del girone
G del campionato di serie B nazionale.
I ragazzi di Gatto anche in questo match hanno da subito imposto il loro
ritmo, servendo decisamente bene e mettendo in difficoltà la ricezione dei
campani, incapaci di conseguenza in diverse circostanze di ricostruire
delle giocate per arrivare a punto. Ad eccezione del terzo set, in
sostanza la partita non ha vissuto di grandi emozioni ed è stata a senso
unico, con la capolista che ha quasi sempre viaggiato con margini di
tranquillità nel punteggio, arrivando a portare a casa a fine match altri
tre punti importanti per la classifica.

L’Omia perde a Chieri dando battaglia. Domenica prossima arriva il Mondovì

L’Omia Volley torna dalla trasferta di Chieri con una sconfitta, dopo due ottimi set dove non riesce a spuntarla nella fase finale. Qualche errore di meno avrebbe tenuto le cisternesi in corsa. Mollano nel terzo e decisivo parziale ed il Fenera Chieri ottiene i tre punti. Domenica prossima arriva il Mondovì: vietato sbagliare.

Coach Druetti schiera Vingaretti, Serena, Caneva, Nenkovska, Mezzi, Leggs, libero Bresciani. Risponde Droghei con Modena Bulajic, Bacciottini, Barboni, Borelli, Ventura, libero Marinelli.

Il primo set le vede appaiate nel punteggio con l’Omia Volley che si propone in vantaggio (2-3; 5-7; 7:9), si torna in parità sul 10-10 ed il Chieri prova il primo allungo (16-10). Il vantaggio di 4 punti diventa di 5 (20-15),Droghei chiama time out sul 22-18, ma le cisternesi giocano con molta tranquillità e lucidità in questa fase e riusciranno a recuperare lo svantaggio. Un attacco di Ventura le avvicina alle avversarie (23-22), Chieri prova la risposta ma è fuori (23-23). Le piemontesi tornano in vantaggio ma l’Omia mura per il 24 pari, Serena porta sul 25-24, Cisterna risponde con un’azione che costringe al fallo di seconda linea Barboni. Chieri evita la rimonta (26-24).

Secondo set fotocopia del primo, l’Omia continua a giocare bene, saranno degli errori di troppo a compromettere il finale.  Parte meglio il Fenera (3-1) ma Cisterna riagguanta (4-4) e si avvantaggia di tre punti con l’ace di Bacciottini (4-7). Salgono in cattedra Ventura per l’Omia e il capitano Caneva per le casalinghe e il set resta lì, tutto da decidere  (9-9; 16:16), ancora un attacco di Ventura per il 20-20 che costringe al time out il Chieri. I consigli del coach fanno bene e la squadra di casa si riporta in vantaggio (22-20 e time out Droghei), ancora battaglia e sarà Serena a decidere il parziale con un attacco che vale il 24-22. L’Omia resiste (24-23), ma Bacciottini sbaglia in battutta e finisce 25-23.

Nel terzo set, si contendono ancora la posta solo nella prima parte del parziale (5-3; 7-5; 13-10), poi finisce la benzina per le cisternesi che mollano la presa fino al gap di 10 punti che fa di quest’ultima parte di gara l’ombra dei precedenti due set. Sarà Caneva (dopo un’ottima prestazione) a chiudere il conto con il punteggio di 25-13.

Due set decisi da singoli episodi, frutto di errori da evitare per poter capitalizzare il lavoro durante la gara. Cisternesi determinate che hanno espresso un ottimo gioco, ma che si perdono ancora in un bicchiere d’acqua. Buone le sensazioni, in vista dell’importante gara in casa di questa domenica con il Mondovì in arrivo e dove sarà importante non perdere la concentrazione: si gioca per il playout.


La Top Volley butta via Gara1

La Lpr si aggiudica gara1 dei quarti Superlega Playoff Challenge UnipolSai rimontando due set di svantaggio sulla Top Volley in oltre due ore di gara. Si torna in campo domenica 2 aprile al PalaBianchini. Primi due set con il Latina padrone del campo grazie ai turni di servizio incisivi di Daniele Sottile e a un buon reparto muro-difesa. Ma dal terzo set Piacenza ha incominciato a forzare maggiormente il servizio, alla fine sono ben 15 gli ace messi a segno 6 da Hernadez e quattro dal giovane Cottarelli libero di entrare al posto di Di Martino (scambio Under 23). Appassionante il quarto set dove il Latina è stato capace a ricucire lo svantaggio a suon di muri ma che poi non ha chiuso subendo la rimonta avversaria.

Sottoscrivi questo feed RSS

Entra or Registrati

Hai un profilo Facebook?

Usa il tuo account Facebook per entrare in SportLatina.

fb iconEntra con Facebook

ENTRA